AgroEnergia IZ è lo spin-off di Italia Zuccheri per le energie rinnovabili

Produttori

Con 25 milioni di euro di capitale e 150 milioni di investimenti, i consigli di amministrazione di Co.Pro.B. ed Italia Zuccheri SpA lo scorso 29 luglio, hanno sancito la costituzione di AgroEnergia IZ spa derivante dalla scissione di Italia Zuccheri SpA. La nuova società gestirà il piano di sviluppo della produzione energetica da fonti rinnovabili e, quindi, i progetti di riconversione degli ex zuccherifici con la conseguente realizzazione di centrali alimentate da biomasse agricole provenienti da filiere locali. In particolare per il sito di Finale Emilia (MO) AgroEnergia IZ detiene il 60% di Domus Energia Srl, la società costituita di recente, insieme a Eco Spark, che ha già ottenuto l’autorizzazione per la realizzazione presso l'ex zuccherificio di una centrale elettrica da fonti rinnovabili. Italia Zuccheri continuerà invece a occuparsi della commercializzazione dei prodotti.

Riassetto chiarificatore
Lo spin-off di Italia Zuccheri SpA rappresenta il riassetto del Gruppo Co.Pro.B in chiave di specializzazione produttiva che si perfezionerà nel corso del 2011, mediante l’assunzione da parte di Co.Pro.B SCA dell’intera capacità produttiva relativa al core business zucchero. Nel contempo, per i 5.000 soci agricoltori, si chiarisce meglio il ruolo del Gruppo nella costituzione di nuove filiere agricole locali che, tra le colture praticate, offre anche nuove coltivazioni per la produzione di energia mediante, appunto, biomasse.

Nomine
A seguito del consiglio d’amministrazione di inizio agosto sono stati eletti i vertici di AgroEnergia IZ spa che vedono alla presidenza Claudio Gallerani e alla vice presidenza Piero Cavrini, mentre Stefano Montanari (in foto) è stato eletto amministratore delegato.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome