Banco Fresco: sedici aperture entro il 2022

Sei nuovi punti di vendita entro il 2021, dieci strutture da inaugurare nel 2022 e il raddoppio della rete nel 2023. Un piano di sviluppo ambizioso per l'insegna Banco Fresco che programma l'espansione sul territorio italiano e l'ampliamento della rete che attualmente conta due negozi, entrambi situati in Piemonte, a Torino e Beinasco (To). Tra gli obiettivi c'è l'ingresso in Lombardia, regione considerata strategica.

"Siamo molto orgogliosi del successo riscontrato finora e di poter annunciare una strategia di sviluppo che nei prossimi mesi ci vedrà sempre più protagonisti del mercato italiano” dichiara Riccardo Coppa, direttore generale di Banco Fresco.

Banco Fresco propone un assortimento su tutte le categorie merceologiche dei freschissimi: circa 3.250 referenze, che vanno dall’ortofrutta, cuore centrale dell’offerta, ai formaggi e latticini, passando per la macelleria e salumeria, pescheria, dispensa alimentare ma anche panetteria, gestita in partnership con il marchio El Pan. I negozi della rete, infatti, saranno affiancati dallo shop El Pan attiguo al negozio Banco Fresco. Si tratta di una caffetteria e panetteria con una proposta di pane, con formati e ricette speciali, pizze e focacce, pasticceria; il tutto accompagnato da calde bevande e aperitivi.

Il primo punto di vendita fu realizzato nel 2017, come raccontato in questo articolo, a Beinasco su una superficie di circa 1.000 mq. L'idea alla base di questa insegna è di riprodurre l'atmosfera tipica dei mercati rionali italiani. Dopo l'ingresso nel nostro Paese, Banco Fresco ha deciso di estendere e sviluppare la sua presenza in più regioni italiane proponendo il proprio format che richiama il modello di Grand Frais da cui deriva uno dei soci fondatori.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome