Cia-Conad apre il suo primo Spazio Conad

Un punto di vendita inteso come uno spazio fortemente caratterizzato e immediatamente riconoscibile dal consumatore. Nasce con questa logica il format Spazio Conad. Dopo il primo test sperimentato a Roma da Pac2000A, anche Commercianti Indipendenti Associati Cia Conad propone il suo primo punto di vendita con la nuova insegna. Lo store è stato realizzato nelle Marche, a Fano (Pu), in via L. Einaudi 30.

La struttura, con una superficie di 6.145 mq,  rispecchia le metrature previste per questo format che prevedono negozi con metrature tra i 6.000 e gli 8.000 mq, di dimensioni più ridotte. Il punto di vendita sarà gestito da Massimo Marchionni e Gianluca Capomagi, due dei sei soci della società Tre Effe di Fermignano (Pu), già socia attiva della cooperativa in dagli anni ‘90.

 

Spazio Conad di Fano

Questo ipermercato ex Auchan si presenta come un format ideale, secondo Conad, per una spesa completa in grado di coprire ogni esigenza di consumo: enfasi, quindi, sui freschi sia con banchi serviti (per macelleria, pescheria, anche con pesce congelato confezionato, classica gastronomia con banco caldo e rosticceria, panetteria) sia a libero servizio (per l'ortofrutta con anche biologico confezionato). L'offerta è quella tradizionale per l'insegna, con la presenza di referenze e mondi in linea facendo attenzione ai nuovi modi di consumo, dal biologico al locale, dai piatti pronti al km zero fino all'area benessere soprattutto attraverso le mdd Verso Natura Conad, completate da le linee Bio, Eco, Equo e Veg, i prodotti senza glutine e quell ad alta digeribilità.

Spazio anche al non food con una proposta che varia dai casalinghi alla tecnologia, dagli articoli per il tempo libero, al pet food e ai giocattoli. Presenta anche la parafarmacia Conad.

L’Ad di CIA  Conad, Luca Panzavolta, spiega: “È particolare motivo di orgoglio acquisire, nella nostra rete di vendita, un ipermercato a Fano, città che storicamente ha contribuito alla nascita della nostra cooperativa. Si tratta di una scommessa imprenditoriale non scontata, in questo particolare momento, dovuto alla non semplice gestione di strutture complesse di queste dimensioni. Ma abbiamo voluto investire e crederci anche mettendo in salvaguardia tutti i posti di lavoro che sono stati confermati. Del resto, con questa apertura, come con le altre che stiamo attivando prosegue il nostro programma delle politiche di crescita e sviluppo nel territorio marchigiano, nel quale vogliamo essere sempre più il punto di riferimento per convenienza, qualità e servizi”.

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome