Conagit-Giuntini pensa ai pet coinvolti nel terremoto in Abruzzo

Produttori

Il Centro Mobile di Accoglienza Giuntini, è un'iniziativa di Conagit-Giuntini che ha subito
trovato la collaborazione con l'Unità di Crisi Veterinaria della
Protezione Civile.
Il progetto consiste nel mettere a disposizione dei cani alcuni box prefabbricati capaci di ospitare due cucce ognuno e di proteggere così gli animali dalla calura dell'estate, nonché dalle piogge. Appena pronti i box saranno posizionati all'interno del campo tenda dove sono ospitati i proprietari, in modo tale da rispettare gli altri ospiti delle tendopoli, senza però obbligare i cani a stare lontani da chi si prende da sempre cura di loro.

 

Cani e gatti che vagavano
Dopo il terremoto sono stati numerosi i casi di cani e gatti che si erano smarriti o che vagavano impauriti. In più con il trascorrere dei giorni, chi è riuscito a salvare il proprio animale lo ha portato con sé al riparo nelle tende. Tuttavia, in una situazione di tale disagio, si può immaginare quali e quanti problemi può aver causato la convivenza con animali.
Non a caso l'Unità di Crisi Veterinaria della Protezione Civile ha di fatto segnalato gravi problemi legati alla convivenza di cani e gatti con le persone che vivono nelle tendopoli. Conagit-Giuntini aveva pensato, in un primo momento, alla costruzione di un canile in prossimità delle tende, ma in questo modo proprietari e cani avrebbero dovuto separarsi.

Il Centro Mobile di Accoglienza Giuntini sarà donato da Conagit-Giuntini alla Protezione Civile che potrà utilizzare i box con le cucce una volta risolto il dramma degli sfollati in Abruzzo, in qualsiasi altra esigenza futura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here