#Retailinprimalinea: via al controllo della temperatura all’ingresso dei negozi

Aggiornamento 24/03/2020

Mentre si prendono nuove decisioni su aperture e cambi d'orario, i retailer della gdo continuano anche a rispondere all'emergenza coronavirus Covid-19 con nuove misure nei punti di vendita.

L'ultima misura messa in atto in tal senso da alcune insegne in Lombardia e in Piemonte è il controllo della temperatura dei clienti all'ingresso con termoscanner. Una soluzione in via di implementazione che segue la relativa ordinanza, non solo per i supermercati ma anche per farmacie e luoghi di lavoro, destinata alle due Regioni. Tra i negozi che si sono già equipaggiati Il Gigante di Sesto San Giovanni a Milano (che annuncia l'iniziativa anche sui social) e alcuni punti di vendita Esselunga.

Esselunga fa sapere che "considerata l’importanza del loro servizio, abbiamo deciso di istituire dei canali preferenziali per il personale sanitario e, inoltre, per i volontari designati dai Comuni e dagli enti presenti sul territorio, al fine di permettere loro di fare la spesa e consegnarla in maniera veloce alle famiglie che ne faranno richiesta".

Le nuove misure Coop: Coop, Anci e Dipartimento protezione civile firmano un Protocollo d’Intesa per attivare il servizio di consegna gratuito della spesa grazie al ruolo delle organizzazioni di volontariato locale. Inoltre, Coop mette a disposizione della Protezione Civile il know how commerciale della sua filiale di Hong Kong e per questa via dona agli ospedali un primo ingente quantitativo di dispositivi medici che arriveranno la prossima settimana. Coop ha inoltre attivato a partire dallo scorso 17 marzo un’offerta di solidarietà digitale pari a 100 GigaByte di traffico dati gratuito valido per 30 giorni su tutto il territorio nazionale a beneficio degli oltre 1,5 milioni di utenti CoopVoce. Un modo per stare vicino alle famiglie e per non avere limiti nella fruizione dei servizi digitali.

Aldi ha messo a disposizione di tutti i collaboratori strumenti di protezione individuali e gel igienizzanti, sono state implementate in tutti i punti di vendita azioni volte a contingentare gli ingressi e favorire il rispetto della distanza minima di un metro tra le persone, collocando una apposita segnaletica sul pavimento. All’ingresso sono stati apposti cartelli che richiamano alle raccomandazioni di comportamento da adottare e messi a disposizione dispenser contenenti disinfettante a base alcolica. Intensificate le attività di sanificazione degli spazi e delle superfici in tutti i negozi e dotazione per ogni cassa di una protezione in plexiglass.

Bennet ha deciso di installare delle protezioni presso le postazione casse e all’interno delle farmacie dei negozi. Ha potenziato i servizi di spesa online in collaborazione con Supermercato24 con attenzione particolare agli over 65 e stipulato per i propri collaboratori una polizza assicurativa che prevede un programma di assistenza sanitaria in caso di positività al Covid-19. Implementato anche il servizio Bennetdrive con l'apertura di Sedriano e lanciata l'iniziativa l’iniziativa “Trasforma i tuoi punti in solidarietà”.

Aggiornamento 11/3/2020

Multicedi, titolare dei marchi Decò, Adhoc Cash&Carry, Ayoka, Dodecà, SuperRisparmioso e Sebòn, ha trasmesso ai suoi oltre 500 punti di vendita le indicazioni da osservare per garantire sicurezza e igiene. In particolare, si prevede che la pulizia straordinaria e la disinfezione delle superfici e degli ambienti possa essere fatta anche in forma autonoma e non necessariamente avvalendosi di una ditta esterna. In entrambi i casi è obbligatorio esporre l’avviso dell’avvenuta sanificazione dei locali e mettere a disposizione del personale e dei clienti flaconi di igienizzante per le mani. È obbligatorio usare guanti monouso e mascherine ed esporre l’opuscolo con i comportamenti corretti da seguire. Occorre garantire la distanza di sicurezza di almeno un metro tra i clienti utilizzando gli elimina-code ai banchi, le strisce gommate a pavimento, cartelli informativi.

Coop Alleanza 3.0 tiene aperti gli oltre 400 store secondo i consueti orari di apertura al pubblico. Unica eccezione, nei giorni festivi e prefestivi, i corner con affaccio nelle gallerie commerciali (ottica, gioielleria, piante e fiori, Momenti per Te e Amici di Casa Coop) che saranno chiusi come previsto dalle disposizioni. Iper e Super, presenti nelle gallerie saranno invece aperti anche nei weekend. "Nella situazione eccezionale che stiamo vivendo abbiamo ritenuto di dover aiutare anche le fasce più deboli della popolazione dando il nostro contributo con il servizio di spesa online EasyCoop, che da oggi consegnerà la spesa gratuitamente a tutti gli over 65 negli oltre 300 comuni in cui il servizio è attivo" dichiara Adriano Turrini, presidente di Coop Alleanza 3.0.

Unicoop Tirreno indirizza questo messaggio ai consumatori: "Tutti i nostri supermercati hanno messo in atto le misure indicate dal Ministero della Salute per prevenire la diffusione del virus, il nostro personale è preparato sul tema, stiamo usando tutti i mezzi di comunicazione per dare le corrette informazioni, nel modo più chiaro possibile. Pulizia e sanificazione di ambienti, bagni, carrelli, cestini e bilance sono state intensificate".

Md indirizza ai consumatori una comunicazione: "Noi di Md ce la stiamo mettendo tutta per essere al tuo fianco ogni giorno. Stiamo lavorando con grande energia e attenzione, affinché tutti possano avere la certezza di trovare, in ogni momento, quel che gli serve, con la massima comodità e sicurezza. Vieni a fare la spesa onorando le norme di igiene e buon senso, nel rispetto della collettività, dei commessi, degli addetti alle vendite e di tutti noi che ogni mattina usciamo di casa per garantirti la qualità e la convenienza che ti abbiamo sempre assicurato".

Il Gruppo Gabrielli, attivo con le insegne Oasi, Tigre e Tigre Amico presenti in Marche, Abruzzo, Umbria, Molise e Lazio, sottolinea: “Non sono giustificati gli accaparramenti di merci considerando che saremo aperti tutti i giorni della settimana ampliando ulteriormente l'orario di tutti i punti di vendita ove possibile”.

L'azienda ha adeguato le modalità di accesso e l'erogazione dei servizi. “I nostri punti di vendita funzionano a pieno ritmo a partire dal monitoraggio delle referenze maggiormente richieste e dall’assortimento costante e capillare dei nostri prodotti” spiega l’Ad del Gruppo Gabrielli Mauro Carbonetti.

I negozi della rete del gruppo sono inoltre stati dotati di ulteriori sistemi igienizzanti per tutelare clienti e maestranze. Sono, inoltre, disponibili da giorni presidi sanitari a disposizione della clientela come ad esempio le salviette igienizzanti per pulire i carrelli e i dispenser per la pulizia delle mani.

Punti di vendita aperti anche per Fresco Market (Gruppo Tuo), operativa in Lazio, Toscana, Umbria e Marche. "Nei nostri store -spiega l'insegna- saranno garantiti i generi alimentari di prima necessità. Ci siamo attivati per garantire in tutti i supermercati aperti un'operatività sicura sia per i clienti che per i dipendenti, adottando le misure in linea con le normative promulgate dal Governo. Il nostro personale è preparato e aggiornato sulle misure igieniche indicate di volta in volta dal Ministero della Salute". La società aggiunge: "Nonostante la maggiore affluenza non si registrano episodi di ressa, gli ingressi vengono gestiti consentendo l'ingresso a 15 persone per volta e le file alle casse mantenendo la distanza almeno di 1 metro tra i clienti, in ottemperanza alle misure di limitazione di assembramento". Inoltre il servizio di spesa online, realizzato tramite il partner di consegna a domicilio Supermercato24, garantisce la consegna gratis per i clienti over 65 anni fino al 12 aprile, per spese di almeno 40 euro usando il codice sconto UNAIUTOX65 al momento
dell’acquisto. Le zone coperte dal servizio sono verificabili sul nostro sito www.frescomarket.it.

Apertura assicurata anche per la rete InGrande (Gruppo Tuo), attiva in Lazio e Toscana. "Ci siamo attivati per garantire in tutti i supermercati aperti un'operatività sicura sia per i clienti che per i dipendenti, adottando le misure in linea con le normative promulgate dal Governo".

Il Gruppo Arena (Gruppo VéGé), attivo in Sicilia con le insegne Decò, Maxistore Decò, Decò Gourmet, vuole tranquillizzare i clienti. "Non ci sono carenze di prodotti nelle nostre piattaforme logistiche e stiamo monitorando passo dopo passo l’emergenza epidemiologica da Covid-19 (coronavirus), adottando di volta in volta le misure di prevenzione igieniche e sanitarie indicate dal Ministero della Salute". E aggiunge: "Per il continuo monitoraggio delle procedure previste dai decreti emanati, tutto il personale è stato correttamente formato e preparato sulle misure igieniche precisate dal Ministero della Salute.
I nostri supermercati seguiranno gli orari regolari e vuole avvisare che, nonostante la chiusura prevista dei centri commerciali, in ottemperanza al decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, tutti i nostri supermercati ed ipermercati presenti all’interno degli stessi resteranno regolarmente aperti, garantendo un servizio continuativo anche nelle giornate di sabato e domenica".
Per quanto riguarda, invece, i punti di vendita, diretti ed in franchising, che effettuavano la chiusura infrasettimanale il mercoledì pomeriggio, resteranno aperti e nelle giornate di sabato seguiranno l’orario continuato. Il gruppo ha, infine, reso gratuito il servizio di consegna di spesa a domicilio a tutti i clienti over 65 anni, in tutti i punti vendita dove è presente il servizio.

Ergon, società consortile che opera in Sicilia con store a marchio Despar, Interspar, Eurospar, Ard e AltaSfera, ha indirizzato ai consumatori una comunicazione specifica sottolineando le procedure da rispettare, soprattutto quando si è vicini alla cassa: mantenere la distanza di un metro quando si è in fila, anteponendo se possibile il
carrello della spesa fra sé e il cliente davanti come una sorta di separatore fisico; solo quando arriva il proprio turno posizionare la merce all’inizio del nastro; una volta sistemata la merce, recarsi direttamente nella zona d’insaccamento della spesa e non sostare davanti alla cassiera; porgere i contanti o la carta mantenendosi a distanza.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome