Della Valle sale in Saks

Retail

Diego Della Valle non lascia ma raddoppia. All’indomani delle voci di un’Opa ostile su Saks, i magazzini del lusso con flagship store sulla Quinta Avenue di New York e presenti con 49 pdv in 23 Stati degli Usa, l’industriale marchigiano (nella foto) aveva dichiarato che non aveva nessuna intenzione di cedere la quota, allora pari a poco più del 9%, perché giudicata strategica per gli interessi industriali del Gruppo. E così è stato, anzi ha portato la sua partecipazione a oltre il 19%, divenendo così primo azionista, sopravanzando il tycoon messicano Carlos Slim (l’uomo considerato più ricco del mondo) fermo al 16%.

In consiglio di amministrazione

Non si tratta di un puro investimento finanziario perché Della Valle parrebbe aintenzionato a dire la sua anche sulla gestione dell'insegna. Infatti, come nella
documentazione depositata presso le autorità Usa, Della Valle afferma che potrebbe
discutere con i rappresentanti di Saks o con azionisti di rilievo
sull'attività della società e sulle strategie per rafforzarla e "potrebbe decidere di diventare investitore
strategico e di lungo termine e in tal caso richiedere di essere
rappresentato nel consiglio di amministrazione".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome