e-Bio: nasce l’hub a supporto delle vendite online

Il biologico conquista sempre più spazio nel carrello della spesa dei consumatori italiani. Nel nostro Paese oggi sono 23 milioni le famiglie acquirenti, di queste 1,6 milioni comprano online. Per assecondare e valorizzare questa tendenza, FederBio Servizi e Nomisma Digital hanno dato vita a e-Bio un hub di competenza a supporto delle aziende biologiche nella vendita online dei prodotti certificati.

Supportare il sistema agroalimentare italiano e tutti i suoi attori per cogliere a pieno le opportunità di sviluppo delle produzioni biologiche è la nostra mission. In questo, l’eCommerce dei prodotti bio e la crescita esponenziale della domanda e delle aspettative dei consumatori, rappresenta una sfida nella sfida, probabilmente una delle più interessanti che abbiamo davanti”, commenta Nicola Stanzani, direttore di FederBio Servizi.

Di fatto l'emergenza Covid ha rimodulato il settore eCommerce. A riguardo Silvia Zucconi, responsabile market intelligence Nomisma, spiega: "Il forte impatto sui processi di digitalizzazione dei comportamenti, dei processi d’acquisto dei clienti e dei modelli di business delle aziende è uno dei fattori di maggiore portata. Anche per il bio il canale eCommerce diventa un asset sempre più strategico". Sul futuro Silvia Zucconi non ha dubbi: "Il trend positivo continuerà anche nei prossimi anni considerata la progressiva crescita degli acquirenti online e le caratteristiche del profilo del consumatore bio. La transizione digitale delle imprese agroalimentari diventa così un asset imprescindibile”.

I dati della spesa online bio

I dati di Nomisma per Osservatorio Sana 2021, realizzati in collaborazione con Nielsen, sottolineano un incremento importante degli acquisti di prodotti bio sia sul mercato interno (4,5 miliardi di euro, +234% rispetto al 2008) sia in quelli internazionali: 2,9 miliardi di euro il valore dell’export bio italiano sui mercati esteri (+671% rispetto al 2008).
Nel 2021 si è registrata un’ulteriore crescita del 5% in un solo anno.

Le vendite online veicolate dalla grande distribuzione ottengono i risultati migliori con una cifra nel 2021 pari a 75 milioni di euro (+67%).  Per quanto riguarda invece le vendite bio nell’eGrocery sono cresciute del +214% durante il periodo di lockdown (rispetto allo
stesso periodo 2019).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome