Eataly Net: unica piattaforma con team tutto italiano

Eataly Roma

 

di Alessandra Bonaccorsi

Eataly Net, la società che gestisce l’e-commerce di Eataly, ha conquistato il mercato americano online, grazie alla piattaforma dedicata agli USA che ha generato 10.000 ordini e 3 milioni di visite nella prima metà del 2015. Nel digital 2.000 prodotti sono scelti tra le eccellenze dell’enogastronomia Made in Italy. A gestire la parte informatica e tecnologica dell’e-commerce da oggi in poi sarà un team interamente italiano, interno a Eataly Net e composto da 15 persone, con il supporto del partner torinese Synesthesia. “Un team unico e interno all’azienda permette di gestire al meglio le dinamiche di sviluppo della piattaforma, dirigendole verso l’obiettivo che ci siamo dati: creare una piattaforma esclusiva di e-commerce per tutto il mondo, localizzata a livello logistico e customizzata per ogni Paese” spiega Andrea Chiarottino, CTO di Eataly Net.

Le caratteristiche

La piattaforma offrirà una panoramica completa sulla cultura enogastronomica italiana, raccontando i prodotti e i produttori, proponendo video-ricette, corsi di cucina, degustazioni e persino pacchetti viaggio per scoprire cantine e birrifici della Penisola. La tecnologia permette di offrire un’esperienza tailor-made ai diversi cluster di clienti, mettendo al centro l'user experience che segue il visitatore personalizzando il “customer journey” verticalmente sulla piattaforma e orizzontalmente attraverso i vari canali a sua disposizione. Per far ciò sono state migliorate tutte le funzionalità del sito, dalla navigazione del catalogo fino al checkout.

denari franco ceo eataly net 2014 2015
Franco Denari, CEO e co-founder di Eataly Net

“L’omnicanalità è il futuro, ed è già presente nel nostro modello di business, per coinvolgere il cliente nell’esperienza Eataly dentro e fuori gli store -sottolinea Franco Denari, CEO e co-founder di Eataly Net-. Siamo convinti che la sfida principale per il retail nei prossimi anni sarà su un territorio digital e tecnologico, ed è per questo che abbiamo internalizzato il team IT”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome