Esselunga: il punto su crescita e investimenti nel primo semestre 2020

Le vendite di Esselunga sono cresciute registrando +0,9% rispetto al primo semestre del 2019. Un risultato che va valutato considerando la chiusura, nel periodo di lockdown, di bar e profumerie. A riguardo l'azienda precisa che senza i due mesi di stop la crescita si sarebbe attestata a +1,9%.

Il Gruppo ha realizzato vendite per 4.061 milioni di euro mentre i prezzi a scaffale hanno registrato un’inflazione dell’1,7% a fronte del 3% di inflazione ricevuta dai fornitori. È stata mantenuta la convenienza relativa nei prezzi di vendita con quasi 3 punti percentuali sotto la media del mercato (Fonte NRPS Nielsen, Trading Area). Gli investimenti sono stati pari a 126,8 milioni di euro e proprio nel primo semestre dell'anno sono stati aperti due negozi, a Milano in viale Tibaldi e a Barzanò (Lc), acquisiti nel mese di febbraio da Margherita Distribuzione spa e ristrutturati in circa due mesi. A giugno 2020 è stato aperto il secondo laESSE a Milano in via Melchiorre Gioia.

 

 

Gli investimenti per la sicurezza

Sami Kahale, Ad di Esselunga, sottolinea le difficoltà degli scorsi mesi insieme alle priorità dell'azienda: “Per tutelare la salute e la sicurezza dei clienti e delle nostre persone e per mantenere la continuità operativa in un periodo di grandissime incertezze, abbiamo investito oltre 13,5 milioni di euro, escluse le donazioni e gli aiuti alle comunità che sono state significativamente aumentate”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome