Federdistribuzione: è un valore la pluralità delle formule distributive

Retail

Giovanni Cobolli Gigli, presidente di Federdistribuzione, commentando le dichiarazioni del presidente di Coldiretti riportate dalle agenzie sulla gdo "È nostra convinzione che la pluralità delle formule distributive sia un valore sia per il commercio che per i cittadini, che traggono vantaggio dall'avere a disposizione anche un piccolo dettaglio specializzato, innovativo e adeguato ai nuovi bisogni dei consumatori"
"Lo testimoniano gli oltre 60 milioni di persone che ogni settimana entrano nei suoi pdv, spesso gestiti con la formula del franchising, in grado di proporre opportunità d'acquisto per le numerose persone che non sono disposte o non possono percorrere lunghe distanze per fare la spesa".

No alle limitazioni alla gdo, anzi sviluppiamola
"Il tema non è quindi quello di porre un freno alla gdo, bensì quello di consentirle di migliorare ancora la sua capacità di soddisfare le nuove esigenze delle persone, eliminando i vincoli che ancora esistono al suo sviluppo. La distribuzione moderna è anche il canale attraverso il quale le Pmi, che rappresentano una fetta importante dell'economia del nostro Paese, trovano spazio per crescere e svilupparsi, accedendo a mercati di grandi dimensioni, anche internazionali, altrimenti difficilmente raggiungibili”.

Gli esercizi commerciali crescono
"Va inoltre detto che sulla base dei dati dell'Osservatorio Nazionale del Commercio del Ministero dello Sviluppo Economico, dal 2005 al 2011 il numero degli esercizi commerciali in Italia risulta cresciuto del 3,2% (+29.799 punti vendita) e solo nei primi sei mesi del 2012 si registra un lieve calo, pari allo 0,3% (-2.743 unità). A dimostrazione di come il settore del commercio nel suo complesso abbia trovato un equilibrio tra le diverse formule distributive, che ha consentito negli anni una crescita sia della gdo che del dettaglio tradizionale, il ruolo della gdo nei confronti dei consumatori e dell'intero sistema economico del Paese dovrebbe essere chiaro anche a Coldiretti - conclude Cobolli Gigli - le cui imprese associate hanno un continuo, proficuo e fondamentale canale di commercializzazione dei propri prodotti proprio con le imprese della gdo”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome