I packaging eco-friendly premiati dall’Oscar dell’imballaggio 2010

Servizi

È ecocompatibilità la parola chiave dell’Oscar dell’imballaggio 2010, che è stato assegnato ieri a nove progetti di packaging innovativi ed eco-friendly. Un focus in linea con il percorso virtuoso intrapreso dall’industria e sostenuto da Conai -Consorzio Nazionale Imballaggi- e dall’Istituto Italiano Imballaggio verso l’ottimizzazione dell’impatto ambientale dell’intero ciclo di vita degli imballaggi e di recupero degli stessi.

Tra i premiati, tre aziende del largo consumo

Per la categoria food, il premio è andato a Barilla per il nuovo packaging monomateriale sviluppato per Ringo, che facilita le attività di riciclo, con conseguenti ricadute positive in termini di inferiori emissioni di Co2 – 60% per il tubo e 12% per lo snack- con una riduzione annua di oltre 36 tonnellate di materiale.

Per la categoria chimico casa, premiati ex aequo Henkel e Sutter Industries. La prima per i nuovi packaging di Vernel Mini, Nelsen, Dixan Piatti, Bref Spray e Prill Brillantante, realizzati utilizzando un 25% di PET riciclato. L’operazione -come si legge nella motivazione- che ha comportato la sostituzione di 885 ton/anno di PET vergine con PET proveniente dalla raccolta differenziata.
La seconda per Emulsio il Salvambiente, che ha scelto la via della ricarica idrosolubile e biodegradabile e del risparmio del materiale da imballaggio. Riutilizzando sempre lo stesso flacone, si arriva a risparmiare fino all’80% di plastica, -recita la motivazione- riducendo anche il volume dei rifiuti domestici. Il sistema di confezionamento adottato da Sutter comporta anche drastiche riduzioni dei trasporti (-57%) e delle emissioni di CO2 (-62%).
Premiata anche Biticino per essere passata al monomateriale per le confezioni per apparecchiature elettroniche per domotica e videocitofonia, supportate dalla riprogettazione di un ammortizzatore innovativo.

Soluzioni eco-friendly per l’industria

Gli altri premi sono andati ad aziende attive nella progettazione e produzioni di imballaggi. Si tratta di Novacart per Crew Cup, il bicchiere per la distribuzione automatica con tappo a vite in cellulosa estensibile, progettato in collaborazione con Centro Italiano Packaging, e di LIC per Massimo, un sistema studiato per risparmiare spazio a magazzino a vantaggio della pallettizzazione.

Anche i tre premi speciali sono andati al mondo dell’industria del packaging. In particolare, il Premio Speciale Tecnologia è stato assegnato a Lameplast per Giochino, un esempio di innovazione tecnologica applicata al settore farmaceutico, che garantisce l’erogazione di farmaci oftalmici privi di conservanti, grazie a un dispositivo che assicura l’assenza di risucchio di aria.

Premio Speciale Quality Design a Italpack per Duo,  un particolare flow pack studiato per poter essere impiegato sia per prodotti allo stato liquido sia solidi.
Infine Sleeve Pack di Finpack Italia, una singolare sleeve preforata che funziona da multipack fino a 4 bottiglie e ne permette la separazione, mantenendo sulla bottiglia le informazioni utili al consumatore.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome