Il design si vende on line senza intermediari su Made.com

Retail

Il brand di arredamento online inglese Made.com lanciato il 26 settembre in Italia registra, solo dopo tre settimane, in media ogni giorno 10.000 visite e 65.000 pagine viste. L'iniziativa è di un imprenditore 31enne Ning Li (Ceo, il primo da destra nella foto) e di Brent Hoberman co-fondatore di Lastminute.com. A Ning si uniscono Julien Callede, ex compagno di studi, come direttore operation, e l'architetto Chloe Macintosh come direttore creativo. È un ottimo esempio di imprenditoria giovane che, avuta l'idea, trova anche ifinanziamenti e crea l'azienda nel marzo 2010.

Il design a prezzo concorrenziale
Il fenomeno Made.com tocca tutta Italia con prevalenza delle due città Milano (con il 27% delle visualizzazioni) e Roma (con il 16%), ma il restante 57% delle visite è distribuito equamente in tutta la penisola.

I motivi del successo stanno nel fatto che Made.com ha puntato a portare in Italia la democratizzazione del design perché rispetto a showroom e negozi elimina tutti gli intermediari presenti nel processo di produzione e distribuzione collegando i consumatori direttamente con i designers ed i produttori e garantendo al cliente un design di qualità ad un prezzo accessibile.

Risparmio tempo e crowdsourcing
Questo modello di business innovativo consente inoltre di risparmiare tempo nelle consegne e nell'aggiornamento dell'assortimento. I clienti vengono coinvolti direttamente nel processo di sviluppo del prodotto, con periodici sondaggi attraverso canali social media e la pagina dedicata al voto sul sito (crowdsourcing). Danno il loro feedback su quali prodotti vorrebbero vedere realizzati, oltre a fornire opinioni su tessuti, forme e colori.

È una piattaforma dedicata agli appassionati di design
Il marchio, lanciato nel 2010 nel Regno Unito, ha poi aperto con successo in Francia all'inizio di quest'anno attirando più di 150.000 clienti in meno di tre anni.
Ning Li, co-fondatore e Ceo (il primo a destra nella foto), spiega la promettente partenza del sito in Italia: "Il consumatore italiano conosce il design e l'arredamento meglio di chiunque altro, ma abbiamo la sensazione che stia perdendo l'opportunità offerta dall'e-commerce per realizzare i suoi acquisti. Il nostro successo nel Regno Unito e in Francia ci ha dato la spinta necessaria per decidere di entrare nel mercato italiano e per condividere i nostri progetti con l'esigente pubblico italiano, attento al design ma anche al prezzo".

I più gettonati
I prodotti più visti sono tavoli, divani, scaffali e lampade; stanno ottenendo molto successo gli arredi legati all'home office…ma è la Piggy Bag con il disegno della bandiera inglese a piacere di più.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here