Rinnovare la rete: l’obiettivo di Despar Centro-Sud

Prosegue il progetto di ristrutturazione avviato da Despar Centro-Sud nel 2021 che prevede l'adeguamento di tutte le strutture al nuovo format superstore, studiato da Despar Centro-Sud in collaborazione con l’Università di Parma, con l'obiettivo di migliorare la shopping experience soprattutto attraverso assortimenti più ampi e profondi, con focus specifici su italianità e freschezza dei prodotti. Centrale l'attenzione ai localismi.

Queste le direttrici che caratterizzano anche le riaperture di diversi store nella provincia cosentina: si tratta dello store Despar di Cetraro e degli Interspar di Belvedere Marittimo e San Marco Argentano.

Le prossime mosse

Il piano proseguirà nei prossimi mesi coinvolgendo 18 strutture che saranno ristrutturate entro la fine dell'anno anche a livello strutturale per garantire efficientamento energetico e elevati standard di affidabilità e sicurezza.

In quest'ottica, saranno installati nuovi impianti per del freddo a CO2, l'illuminazione a led e la climatizzazione. Non mancheranno le etichette elettroniche, mentre, a livello di servizi, sarà più evidente l'attenzione ad alcune categorie di clienti, come le donne in gravidanza cui sarà riservato il diritto di precedenza in cassa e la disponibilità di parcheggi riservati.

"Intendiamo portare avanti la nostra idea di supermercato del futuro -afferma Pippo Cannillo, presidente e amministratore delegato di Despar Centro-Sud-. Vogliamo fornire ai nostri clienti un’esperienza di acquisto completa, sostenibile e attenta alle esigenze di tutti".

La rete di Despar nel Centro Sud Italia

  • 500 punti di vendita di cui 96 di proprietà, 415 in franchising, 59 somministrati e 7 Cash & Carry Altasfera
  • 270.000 mq superficie dei negozi
  • 6 piattaforme distributive (Corato, Barletta, Bari, Fasano, San Marco Argentano, Scalea)
  • 2.400 addetti diretti
  • 880.000.000 di euro di giro d’affari.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome