Kalamaro Piadinaro bissa a Milano

Dopo la prima apertura nel quartiere uffici di Symbiosis, il nuovo BD in zona Ripamonti, non lontano dalla Fondazione Prada, CirFood Retail inaugura a Milano in Piazza XXV Aprile, a pochi passi da Eataly, il primo flagship di Kalamaro Piadinaro, il ristorante innovativo sviluppato da Gabriele Urbinati a Riccione, che unisce, attraverso variegate combinazioni, il pesce alla piadina (un abbinamento non facile e non frequente anche per i piadinari romagnoli) in un menù da chef, che include primi, secondi e burger. Per le piadine sono disponibili diversi impasti senza strutto (grano arso, farro, mutlicereali, grano spezzato). Il menù spazia dalle piade uniche alle piade della tradizione. Prodotti tipici per gli ingredienti: guanciale di Mora romagnola, pecorino di Fossa di Sogliano dop, pomodoro San Marzano dop.

Il bar accoglie subito chi entra nel ristorante

Il format è una replica quasi esatta del ristorante di Riccione, soprattutto nei colori (prevalenza del nero) e nei materiali (pietra serena, legno, ferro), con la differenza che il locale di Riccione ha 8 vetrine.

Una delle caratteristiche più impattanti del format è l'ingresso che apre con la caffetteria: per dare respiro al locale, e per conferire un senso di accoglienza e un'atmosfera informale.

Per Leopoldo Resta, direttore generale di CirFood Retail, la società nata apposta per sviluppare i marchi della ristorazione commerciale di Gruppo CirFood, Kalamaro Piadinaro è uno dei brand/formati più promettenti nella scuderia del gruppo emiliano, insieme ad Antica Focacceria San Francesco, di recente acquisita da CirFood che oggi la controlla completamente dopo lo scioglimento della jv con Feltrinelli.

Gabriele Urbinati (a sin.) e Leopoldo Resta (direttore di CirFood Retail)

Gabriele Urbinati, classe 1965, non è figlio d'arte (nel senso che non viene da una famiglia di ristoratori), come racconta lui stesso, ma è un giovane imprenditore che da giovanissimo ha chiesto un prestito per aprire a Riccione il Caffè del Porto: grande successo. Successiva esperienza a Bologna con una gelateria storica in via Castiglione. Poi, preso dalla saudade adriatica, ritorna a Riccione e acquista un chiosco sul canale: il primo nucleo che sboccerà nel Kalamaro Piadinaro: piadina servita con il papillon, come si diceva, per connotare il posizionamento signorile del locale, lusso accessibile e democratico, s'intende.

Kalamaro Piadinaro di Milano-XXV Aprile è il 4° ristorante, dopo lo storico di viale Ceccarini a Riccione, il corner nei Gigli a Campi Bisenzio (Fi), e il locale a Milano-Symbiosis. Lo sviluppo è in corso: "a breve (nell'arco di sei mesi) -ha detto Resta- apriremo altre ristoranti a Torino, Bologna, e ancora Milano".

 

Insegna: Kalamaro Piadinaro

Dove: Milano, Piazza XXV Aprile 12 (zona Garibaldi-Porta Nuova)

Tipologia: Ristorante, servizio al tavolo, menù romagnolo (piadina, pesce) con completamento carne/salse, primi/secondi, dessert

Superficie: 276 mq

Posti a sedere: 110

Orario/Fasce di servizio: tutti i giorni, dalle 12 alle 23 (venerdì e sabato chiusura alle 24)

(Lampi di) Menù: piade uniche (es. Pi. Sardoni con alici di lampara marinate, squacquerone e cipolla rossa marinata con aceto di lamponi; o la Pi. Terramare, calamari alla griglia, crudo di Parma Dop, aceto balsamico di Modena Igp); piade della tradizione (es. Regina con crudo di Parma Dop, squacquerone e rucola). Primi piatti: es. K'Amatriciana (mezze maniche con calamari, guanciale di mora romagnola, pecorino di Fossa di Sogliano Dop, pomodoro San Marzano Dop e basilico), Passatelli asciutti con ragù bianco di pesce. Secondi come fish&chips con filetti di merluzzo in pastella dorata, patate fritte special e kalagreca sauce, salsa preparata ad hoc con yogurt greco, zenzero e lemongrass. Fra i dessert: gelati artigianali alla crema e alla frutta da laboratorio artigianale, serviti in vasetti di vetro personalizzati.

Prezzo medio (1 una persona): 10-15 euro (pranzo), 18-25 euro (cena)

Parcheggio: proprio davanti al ristorante, parcheggio sotterraneo in Piazza XXV (3 euro la prima ora, 3,50 euro la seconda ora).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome