La crescita di Alì (Selex) e gli obiettivi per il 2021

Crescono i risultati economici del Gruppo Alì (Selex) che chiude il 2020 con oltre 1,2 miliardi di fatturato. La rete, sviluppata su doppia insegna Alì Supermercati e Alìper (rispettivamente per i negozi di quartiere e per i superstore), comprende 114 supermercati in Veneto ed Emilia Romagna con l’obiettivo di raggiungere quota 116 entro fine 2021.

I risultati relativi allo scorso anno dimostrano la crescita esponenziale anche dell'eCommerce nel quale la catena ha incrementato l'offerta del 60% in meno di un anno, per coprire tutte le province in cui opera e offrire un servizio risultato importante e strategico in epoca di pandemia.
Siamo un’azienda sana -afferma Francesco Canella, Presidente e fondatore del Gruppo Alì spa- e da 50 anni reinvestiamo nel territorio i proventi della nostra attività, per continuare a crescere con strutture all’avanguardia che ci consentano un risparmio energetico a tutela dell’ambiente, ma anche degli interessi dei consumatori. Dopo le prime due aperture a Montagnana (Pd)e a Rossano Veneto (Vi), lavoreremo per aprire, entro fine 2021, almeno altri due punti di vendita ad alto risparmio energetico e basso impatto ambientale, oltre che ristrutturare quelli più datati, con l’obiettivo di assumere nuovi collaboratori e migliorare la vita dei nostri clienti".

Sostenibilità

Nell'ottica del rispetto per l'ambiente, il Gruppo ha sviluppato una serie di iniziative green e scelte ecosostenibili nei propri store. Ha, per esempio, messo a dimora quasi 32.000 alberi e 4 boschi urbani grazie al progetto We Love Nature, in collaborazione con i propri clienti.
In tutti i supermercati Alì è attiva la raccolta differenziata per gli imballaggi, vengono impiegati sacchetti pane ecocompatibili, cassette ortofrutticole riutilizzabili e carta certificata per cataloghi e volantini. Quasi il 60% della rete vendita è dotata di
illuminazione full led e gli impianti fotovoltaici installati su 21 strutture e sul nuovo centro logistico nel 2020 hanno prodotto 899 Mwh.

Il personale

In termini occupazionali infine il Gruppo dà lavoro a 4.300 dipendenti di cui la metà sono donne. Sono 296 i nuovi assunti nel 2020. Il 97% dei collaboratori ha un contratto
a tempo indeterminato. L'azienda investe inoltre in formazione destinando a questo settore oltre 800.000 euro per garantire un servizio altamente professionale: dalle tecniche di vendita, alla gestione del punto vendita, dai corsi di primo soccorso e sicurezza, a quelli di selezione del personale.
Per affrontare la fase attuale di mercato e per investire sul futuro, il Gruppo ha deciso di puntare sulla logistica con l'internalizzazione di 160 collaboratori del magazzino centrale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome