Nell’ultimo miglio, Milkman offre la consegna interattiva

Dopo soli tre anni di vita, Milkman è già diventato un player affermato sul mercato della logistica di consegna. A inizio ottobre 2018 ha annunciato un aumento di capitale da 6,4 milioni di euro sottoscritto da Vertis (lead investor attraverso il fondo “Vertis Venture 2 Scaleup”), P101 e 360 Capital Partners. L’operazione è successiva al deal avvenuto nel 2016 completato da P101, 360 Capital Partners e dal business angel statunitense Mike Brennan. Un aumento di capitale che permetterà di accelerare il piano industriale di sviluppo che pianifica la copertura a fine 2019 di tutte le più importanti province italiane per fatturato dell’eCommerce. Il giro di affari iniziale dell’azienda ha marcato 450 mila euro nel 2016: le previsioni di chiusure per il 2018 sono di oltre 7 milioni di euro a fronte di 400.000 colli consegnati e un tasso di gradimento del cliente finale di 4,7 su 5. Milkman conta su un portafoglio clienti prestigioso come Easy Coop, Eataly, Nespresso, Zara e molti altri, in molteplici settori tecnologici.

Il punto di forza di Milkman è l’implementazione di processi totalmente digitalizzati e ottimizzati su best practices. Questa peculiarità consente di ottenere livelli di performance elevati (tipici di servizi a elevato valore aggiunto) con costi per i merchant allineati a quelli di mercato. In particolare l’azienda dichiara di essere l’unico servizio al mondo in grado di consentire la scelta al consumatore finale, del giorno e ora della consegna con appuntamenti di qualsiasi precisione, anche in same-day. Inoltre, permette di disdire e ripianificare la consegna fino all’ultimo minuto e senza costi aggiuntivi. Questa particolarità coglie le esigenze che si possono palesare in contesti fortemente urbanizzati, dove ritmi e impegni sono molto fitti e i cambiamenti di rotta delle persone possono essere dell’ultimo momento. Rispetto ai merchant, sono offerti diversi tipi di sistema come per esempio “Milkman Checkout”, un widget che si integra nel sito eCommerce del merchant e che consente all’acquirente di interagire direttamente con il servizio di consegna. I parametri impostabili nel widget sono la data che comprende anche il giorno di acquisto, l’orario tra una gamma di opzioni. È anche possibile richiedere la consegna serale con un limite orario fino alle 22. Nella giornata di sabato è disponibile il servizio di consegna su appuntamento con precisione dell’orario alla mezzora. I parametri di consegna, impostabili con il widget, sono anche accessibili e modificabili nella pagina di tracking dove sono riportati tutti i dati di consegna con aggiornamenti frequenti dell’orario di arrivo e la mappa con posizione del veicolo che si avvicina al target di consegna. Consegna che viene perfezionata con l’invio di un sms in prossimità dell’orario ma che può essere anche annullata all’ultimo momento.

I servizi di Milkman prevedono anche un’app per l’acquirente che può tenere sotto controllo il processo di consegna. Milkman utilizza un proprio magazzino nel quale confluiscono i colli. Una volta presente in magazzino, un sms raggiunge l’acquirente che può decidere come ottenere il collo con consegna programmata presso l’indirizzo indicato e una fascia oraria. I costi del servizio crescono in funzione dell’orario di consegna impostato e oscillano dai 2,90 euro per una fascia di cinque ore fino a 8,9 euro per un una fascia stretta di mezz’ora. In generale i costi di servizio possono essere assorbiti dal merchant oppure ribaltati sul cliente finale in funzione del modello di servizio e della categoria merceologica.

Secondo l’esperienza di Milkman, la disponibilità di un servizio di consegna che incontra immediatamente le esigenze del cliente, permette di massimizzare il tasso di conversione. Infatti, nello studio dei dati di processo emerge che non esiste un tipo di servizio che viene maggiormente selezionato dall’utenza, ma le scelte si distribuiscono su tutto lo spettro di offerta disponibile. A testimoniare che le esigenze sono molto differenziate.

Rivoluzione a domicilio?

Gdoweek ha incontrato Antonio Perini, uno dei fondatori di Milkman.

La logistica dell’ultimo miglio è in continua evoluzione. Su cosa puntate maggiormente?

Con il diffondersi dell’eCommerce si è sviluppata la necessità di innovare i servizi di consegna. Un’innovazione spinta dalla necessità di differenziarsi attraverso la qualità del servizio. Un esempio su tutti è Amazon che ha abituato i propri clienti a livello di servizio molto alti, come il free shipping e il free return. Il consumatore che si abitua a questa best practices, ha difficoltà ad accettare un livello più basso. Noi abbiamo messo a punto un servizio di consegna di massimo livello rispetto a quanto il mercato offre, a dei costi per il merchant compatibili con i propri economics.

Come raggiungete queste performance?

È l’investimento in tecnologie che ci consente di di ottimizzare i processi ed essere sempre in real time. Per esempio, siamo in grado di avvisare il cliente con grande precisione circa l’orario previsto di consegna, oppure consegnare in giornata. Con questo servizio siamo attivi a Milano e Torino e, a breve, a Roma. Entro l’anno prossimo copriremo circa la metà della popolazione degli shopper online italiani con i nostri servizi.

Quale tipo di servizio riscuote maggiormente gradimento tra quelli che offrite?

Ciò che per esempio a Milano è maggiormente richiesto, è la consegna in una fascia oraria predefinita, spesso la consegna serale programmata. Noi riusciamo a offrire dei dati di consegna anche nel servizio standard, che solitamente non sono disponibili e possiamo modulare il servizio in funzione delle esigenze e con grande flessibilità.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome