Nordiconad: il nuovo Sapori&Dintorni sarà un format integrato

L’edificio storico sede dell’ex Monte di Pietà in via Indipendenza, a Bologna, è pronto per l’avvio dei lavori di restauro che lo promuoveranno 21° negozio Sapori&Dintorni di Conad. Tempi tecnici permettendo, l’apertura è prevista per il 21 novembre di quest’anno.

Il format

Coerente con la formula adottata negli altri punti di vendita per dimensioni contenute (poco più di 600 mq in questo caso), servizi integrati e tutto il meglio dell’offerta del territorio, questo concept store felsineo avrà, però, un elemento di forte innovazione. “Tutto il progetto ruota intorno alla cucina e all’area ristorazione, per il consumo sia in loco sia da asporto -sottolinea a Gdoweek Alessandro Penco, direttore rete Nordiconad-. Sarà possibile mangiare al bar o al ristorante, ma pensiamo anche alla rosticceria e alla consegna a domicilio”.

Insomma, sarà un “luogo del benessere”, dove -malgrado lo spazio limitato- saranno valorizzati i prodotti Sapori&Dintorni, il Biologico e il brand Verso Natura, con un occhio di riguardo a frutta e verdura, il biglietto da visita per Conad.

“Il 98% dello spazio sarà dedicato all’alimentare, fresco e confezionato -aggiunge Alessandro Beretta, dg di Nordiconad- con preferenza per le tipicità locali e le eccellenze regionali. Così come Un’altra area importante sarà l’enoteca, con uno spazio dedicato alle degustazioni dei grandi vini locali e nazionali”.

Il layout espositivo sarà inedito e inusuale -spiega l’architetto Paolo Lucchetta, fondatore di Retail Design, che ha curato il progetto dello store inserito nell’edificio tutelato dalla Soprintendenza- con espositori creati ad hoc, nel rispetto dell’ambiente ma funzionale all’attività commerciale”.

"Vogliamo essere attrattivi sia per i turisti che per i residenti, soprattutto per i più giovani che non conoscono la nostra tradizione culinaria"

A.Beretta, dg nordiconad

Nel negozio, aperto orientativamente dalle 7,00 alle 24,00, sarà anche possibile assistere alla presentazione di libri, caffè letterari o appuntamenti culturali. “Un’idea di riqualificazione della nostra offerta e un modo per trasmettere vicinanza alla città dove siamo presenti che mi piacerebbe portare anche in altre città in cui operiamo come Modena, a Genova e a Torino”, conclude Beretta.

L’investimento

È di quelli importanti: 3 milioni di euro per uno store che darà lavoro a una sessantina di persone. La nuova apertura permetterà a Nordiconad di diversificare la presenza a Bologna che conta già su 13 punti vendita e 2 concept gestiti da 8 soci imprenditori, oltre a un ipermercato e 2 concept condotti dalla cooperativa.

Nordiconad (166 soci, 6.368 dipendenti e 241 punti vendita, 65 concept) nel 2018 ha raggiunto un fatturato della rete di 1.329 milioni, in crescita rispetto ai 1.301 dell’anno prima e ai 1.295 del 2016.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome