Anche nell’anno difficile della pandemia, Olimpia Splendid ha chiuso l’anno con un incremento del 3% del fatturato consolidato, passato da 81,9 a 84,3 milioni di euro.  Sensibili miglioramenti anche nell’Ebitda, che si attesta a 9,3 milioni di euro (11,1% del fatturato) in crescita del 29% rispetto all’anno passato. Anche la gestione finanziaria è stata molto positiva con una posizione finanziaria netta, scesa a -326.000 euro (-0,4% sul fatturato). In forte crescita la quota del fatturato estero, che rappresenta il 53% sul totale.

Le performance registrate nel 2020 chiudono positivamente un piano triennale, impostato nel 2018, che ha visto il rafforzamento della governance, grazie all’ingresso di Alto Partners Sgr nell’azionariato, un’importante acquisizione e una crescita organica nei mercati più rilevanti del settore Hvac. Il nuovo piano triennale 2021-23 è stato deliberato dal CdA in continuità con il precedente ed è fondato su tre driver principali: sostenibilità, innovazione e internazionalizzazione.

Rafforzato il dipartimento R&D

"Accanto al rafforzamento della nostra presenza commerciale e l’affermazione del brand sui mercati internazionali, abbiamo concentrato le energie sullo sviluppo di nuove tecnologie per un comfort domestico più efficiente e sostenibile, e questi pilastri rimangono la nostra bussola per lo sviluppo del medio periodo" commenta Marco Saccone, consigliere delegato del Gruppo. Moltissime risorse sono state dedicate all’innovazione tecnologica, oltre che di prodotto, di processo. All’interno dell’R&D Department di Olimpia Splendid sono stati potenziati i sistemi hardware e software per la simulazione e la prototipizzazione avanzata ed è stata introdotta la figura chiave del responsabile innovazione (Innovation Manager) che lavora in sinergia con l’engineering (dipartimento che ha visto crescere il numero degli addetti di circa il 25% negli ultimi anni) e con poli accademici e centri di ricerca, con i quali il Gruppo collabora in maniera sempre più sinergica con l’obiettivo di migliorare costantemente l’efficienza e la sostenibilità dei prodotti.

Roberto e Marco Saccone

Importanti anche gli investimenti sostenuti nel padiglione produttivo di Cellatica (Bs), oggi completamente rinnovato in chiave 4.0 con l’introduzione di linee automatizzate multi-gas, progettate per la gestione in sicurezza di refrigeranti a basso Gwp e magazzini logistici automatizzati, il tutto alimentato da fonti rinnovabili per una quota intorno al 40%.

"Siamo orgogliosi di questo risultato e lo siamo ancor di più se guardiamo le motivazioni che ci hanno consentito di raggiungerlo -commenta Roberto Saccone, Presidente del gruppo Olimpia Splendid–. Investire in innovazione tecnologica per un comfort più sostenibile è una scelta che crea valore non solo per la nostra azienda, ma per tutti gli stakeholder: i clienti in primis, da sempre al centro dei nostri pensieri, ma anche i dipendenti, i nostri fornitori e partner, gli azionisti, le istituzioni e, più in generale, il territorio di cui facciamo parte. Per il piano industriale 2021-23 abbiamo obiettivi ancora più ambiziosi e i dati del bilancio 2020 ci spingono a mantenere i nostri investimenti in questa direzione".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome