Ospitare nel proprio magazzino merce di terzi

Gestire in modo integrato e flessibile tutto il processo di logistica, nonché integrare il software con le apparecchiature sul campo e aprire gli spazi di magazzino ad aziende con business e prodotti diversi. Questi gli obiettivi che Esprinet, distributore italiano di prodotti informatici, si era riproposto di raggiungere. Ma nella logistica di Esprinet convivono molti impianti robotizzati con funzioni diverse, come etichettatrici, misuratori per determinare dimensioni, peso, volumi o altro, sistemi di smistamento colli (sorter) e forni a termoretrazione per imballaggi. Tutti strumenti molto utili, ma, se ciascuno lavora in modo autonomo e slegato dall’altro, la loro utilità diminuisce. Per evitare che tale interazione venisse meno, è stato quindi chiesto aiuto al Gruppo Sme.UP, che fornisce a Esprinet sia il software per la parte logistica sia l’applicativo gestionale, Sme.UP Erp. Grazie all’intervento di Sme.UP è stato possibile far dialogare il software con le macchine sul campo. Gli oggetti fisici delle attività logistiche (supporti, imballi, colli e via dicendo) sono controllati e tracciati in ogni istante. Con tale software a fare da regista, viene fatturato ogni collo che passa dal sorter: se un collo non passa, non viene fatturato. E questo contemporaneamente in tutti i plant. Sme.UP, inoltre, ne cataloga peso, volume e anche non conformità. Il sorter si occupa infine di smistare il prelievo del collo.

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Se sei abbonato, fai per visualizzare il contenuto, altrimenti abbonati

Sei abbonato a Gdoweek ma non hai mai effettuato l'accesso al sito?
Registrandoti qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento, entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione di tutti i contenuti riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome