Perché Alibaba è un eCommerce come nessun’altro

porter erisman_alibabaPorter Erisman è stato un americano in Cina dal 2000, anno in cui ha effettuato il proprio ingresso in Alibaba per lavorarvi come vicepresidente fino al 2008. Sulla storia del gigante cinese dell’eCommerce, Erisman ha poi girato un documentario e scritto un libro autobiografico, che racconta come quell’idea del visionario Jack Ma, partita dal suo appartamento con un team di 17 persone, sia riuscita a trasformarsi in un colosso da oltre 400 miliardi di euro di fatturato.

Da startup “da garage” in stile Apple a top retailer globale, capace di trainare l'economia di un Paese. Le radici di Alibaba affondano nel 1999, anno in cui solo l’1% della popolazione cinese navigava su internet, le persone di fatto non usavano la carta di credito e la strumentazione logistica stava pressoché a zero. Jack Ma, ciò nonostante, aveva lo sguardo rivolto oltreoceano, verso la Silicon Valley, e da quello spirito innovativo decise di trarre spunto (dopo due esperimenti fallimentari), spiegando ai suoi 17 collaboratori che se intendevano lavorare le canoniche 8 ore al giorno potevano anche evitare di mettersi all’opera.

alibabaUna fiera del commercio, ma online e gratuita
Alibaba, a differenza di portali come Amazon od Ebay, ha iniziato come “online trade show”, un luogo che fornisce a buyer e venditori possibilità di conoscenza reciproca quanto più trasparente possibile, dove l’esperienza è umanizzata. “Per come la vedo io – sottolinea Erisman – modelli come Amazon ed Ebay fanno in realtà esattamente il contrario, cercando di mantenere le due parti cieche. Non danno ai venditori particolari strumenti per interagire, negoziare con gli acquirenti o fare branding”.

amazonQuesto il dna originario che ha permesso ad Alibaba di svilupparsi e crescere rapidamente, sopravvivendo a molte altre realtà anche dopo lo scoppio della bolla internet. “Siamo stati come un sito di incontri, dove si potevano aver informazioni sull’altra persona prima di prendersi un impegno”.
Alibaba ha inoltre scelto di esordire come vetrina gratuita. “Ci siamo detti che avremmo iniziato a guadagnare solo dopo i nostri utenti, dopo aver creato massa critica”, ribadisce Erisman.

taobaoEmpowerment degli imprenditori e social commerce
Quando Ebay sbarcò nel Paese asiatico Jack ma si accorse subito che la sfida sarebbe stata frontale e fino all’ultimo colpo. Così decise di rispondere al player statunitense forte di una migliore conoscenza del mercato eCommerce cinese attraverso il lancio del portale Taobao. A risultare vincente è stato ancora una volta, come per Alibaba.com, un modello basato sull’empowerment degli imprenditori e dei clienti, che potevano ad esempio chattare online tra di loro. Gli utenti riuscivano così a creare anche micro-gruppi di acquisto per comprare prodotti che da soli non si sarebbero potuti permettere.

taobao vs ebaySe la focalizzazione di Amazon è innanzitutto sulla messa in mostra del prodotto, la formula di Alibaba è basata sulla messa in mostra del venditore e sulla costruzione della fiducia tra i partner di business, che in Cina è un valore ancora più importante che altrove. Questo fattore, unito ad elementi come la gratuità del servizio, hanno permesso ad Alibaba di trionfare su Ebay nel Paese asiatico e di dar vita a un modello eCommerce dal successo globale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here