P&G, 2008 soddisfacente

Produttori

Nonostante la recessione in atto P&G ha chiuso il 2008 in maniera soddisfacente Sono buone soprattutto le notizie per i suoi azionisti dato che il dividendo è salito a 1,58 dollari per azione, incorporando però un guadagno di 0,63 dollari derivante dalla cessione del marchio Folgers.
Il fatturato organico nel periodo è cresciuto del 2%, ma le vendite nette risultano in diminuzione del 3%, essendosi attestate a 20,4 miliardi di dollari; per fatturato organico si intende il giro d'affari misurato senza tenere conto dell'effetto cambi e di eventuali acquisizioni o dismissioni.

I settori
La diminuzione del giro d'affari, peraltro in linea con le aspettative, è dovuta all'andamento dei cambi del dollaro (-5% in un anno rispetto alle principali divise) e alla diminuzione dei consumi. Per quanto riguarda le macroaree di attività della multinazionale, la bellezza ha fatto registrare un calo delle vendite del 4%, attestandosi a 4,9 milioni di euro. Del 7% il calo del settore rasatura (2 miliardi di dollari), dell'1% quello del petfood (800 milioni di dollari). Per quanto riguarda la cura della casa la riduzione del 4% ha portato il fatturato netto a 5,8 miliardi di dollari nel settore cura tessuti mentre il baby care ha visto una crescita del 3% (3,5 miliardi di dollari). La previsione per il 2009 è di una crescita del fatturato organico tra il 2 e il 5%.

L'andamento del fatturato nel 4° trimestre 2009

 Settore Fatturato
netto
Impatto
cambi
Acquisizioni/
Dismissioni
Fatturato
organico
 Bellezza  -4% -4%  0%  0%
 Rasatura  -7%  -6%  -2%  1%
 Salute  -6%  -5%  -1%  0%
 Pet  -1%  -5%  0%  4%
 Cura casa  -4%  -5%  0%  1%
 Cura bimbi  -3%  -4%  0%  7%

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here