Presentato il V Rapporto Sociale Nazionale di Coop

Retail

Vendite per 12.631 milioni di euro, sviluppate da 124 Cooperative (di cui 9 grandi), per un totale di 1.425 punti vendita, 6.954.807 soci e 54.923 lavoratori. Sono le grandi cifre del V Rapporto Sociale Nazionale di Coop. Cifre ma anche best practice, bilancio di un anno e indicazione degli obiettivi prefissati già nel 2007 e che questo Rapporto 2008 puntualmente rendiconta. Nella maggior parte dei casi obiettivi raggiunti (altri, pochi, in via di realizzazione), come l’impegno rinnovato sul versante dello sviluppo, grazie all’apertura di store in zone dove precedentemente Coop non era presente (31 nuovi store per un investimento complessivo pari a 568 milioni di euro), la rimodulazione delle tariffe nella telefonia all’insegna di una maggiore convenienza (CoopVoce), l’allargamento della rete dei CoopSalute (da 73 a 87). Riguardo ai soci, il Rapporto evidenzia che sono aumentati e crescono a ritmo più sostenuto (+4,3% rispetto al 2007 mentre il trend storico si era attestato intorno a un +3%), sfiorando ormai i sette milioni: organizzate circa 3.300 iniziative con benefici stimati di circa 377 milioni di euro.

Ambiente e solidarietà
Come già l’anno scorso, il Rapporto dedica un intero capitolo all’ambiente, da cui si evince che sono 24 i punti di vendita Coop che utilizzano pannelli fotovoltaici (+18 rispetto al 2007), cui si devono aggiungere gli impianti installati sulle sedi di 3 cooperative e di Inres (il consorzio di progettazione del sistema Coop). Ugualmente rilevanti sia l’accordo con i fornitori per ridurre le emissioni di anidride carbonica lungo tutta la filiera (il progetto Coop for Kyoto) che il lancio della nuova campagna Risparmia le energie che coinvolge 2500 famiglie italiane con lo scopo di monitorare le loro abitudini energetiche e di migliorarle.
Da segnalare anche il debutto nel 2008 delle nuove etichette sui prodotti a marchio con maggiori informazioni nutrizionali e corrette indicazioni per lo smaltimento degli imballi.
Sul fronte della solidarietà internazionale Coop prosegue la campagna Stop World Poverty, che nel 2008 è stata presentata ufficialmente al Parlamento Europeo, con l’obiettivo di favorire lo sviluppo nei paesi del Sud del mondo di progetti finalizzati a creare o rafforzare esperienze produttive che abbiamo come sbocco la rete di vendita coop.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here