Riviera: il ristorante veneziano per gli onnivori

Un musicista di origine veneziana, GP Cremonini, riporta a nuova vita Riviera, un ristorante a Venezia, proponendo la sua filosofia di ristorazione: dedicarsi agli onnivori. “Amiamo le filosofie alimentari alternative, - spiega l’imprenditore - ma non le possiamo accogliere e coltivare nel modo che meriterebbero e così, con serenità ed onestà, rinunciamo a servirle”.

Il locale era nato negli anni Settanta quando un ex Maître dell’Harry’s aprì un bar che doveva accogliere i benviventi a passeggio sul canale della Giudecca. Lo chiamò Riviera, e lo disegnò all’interno di un aristocratico palazzo seicentesco, pietra alla porta e legno all’interno. Oggi Cremonini lo reinventa e lo ripropone con tappezzeria restaurata e la boiserie piena di storia, marmettoni a terra. L’offerta comprende i sapori della Laguna, del mare circostante ma anche di quei “produttori/resistenti” dell’interno che abbiano fatto scelte rigorose. Così come nella carta dei vini che privilegia piccoli viticultori della regione. In cucina lo chef Simone Silvestri.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome