Shopping on line più cauto del previsto

Bilanci

I primi dati di consuntivo sullo shopping online di Natale arrivano dagli Stati Uniti.
È Comscore che traccia un primo bilancio e parla di crescita, se pure con un passo meno accelerato rispetto alle attese.
Negli Stati Uniti, gli utenti dei servizi di ecommerce hanno speso complessivamente 42,8 miliardi di dollari nel periodo compreso tra il 1° novembre e il 22 dicembre.
Un totale importante, in crescita del 10 per cento rispetto al pari periodo dell'anno precedente, ma pur sempre distante da quel +14 per cento, pari a 48,1 miliardi di dollari atteso.
Un Natale soft per gli acquisti online, sottolinea la società di ricerca, evidenziando come quest'anno sono state solo 10 le giornate nelle quali si è superato il tetto del miliardo di dollari di vendite, contro le 12 giornate del 2012.

Ma cosa hanno acquistato in prevalenza gli americani?
Le categorie considerate best performer da Comscore, vale a dire quelle che rispetto all'anno precedente hanno registrato tassi di crescita maggiori, sono state tutte quelle correlate alle console e ai videogiochi, complici anche le uscite delle nuove piattaforme di gioco di Sony e Microsoft, seguite da abbigliamento e accessori, elettronica di consumo, computer, spinti in questo caso dai tablet, e casa e giardino.

In Italia non ci sono ancora dati ufficiali, ma due giorni prima di Natale Amazon ha comunicato che il picco di vendite sul sito italiano è stato raggiunto nella giornata del 16 dicembre, con più di 158.000 prodotti ordinati al ritmo di 109 al minuto, contro i 110.000 prodotti del giorno di picco del 2012.
Anche per il nostro Paese il primo posto in classifica spetta alle console di gioco - nel caso di Amazon la PlayStation 4 - seguite dal robot di cucina “Kenwood Cooking Chef” e il videogioco “Fifa 14”.
Tra i giochi spopolano le proposte Lego.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here