Tesco lancia i negozi “dark store” di assistenza alle vendite on-line

Retail

Secondo le recenti dichiarazioni di Philip Clarke (in foto), ceo di Tesco al World Retail Congress a London, il digitale e quindi la rete stanno diventando importanti in modo decisivo.

Tesco: protagonista non follower
Ecco alcune dichiarazioni di Clarke.
"I clienti stanno iniziando ad assegnare ruoli specifici ai rivenditori specifici, le applicazioni sono diventate la nuova high street".
"Il digitale non offre solo nuovi modi per fare acquisti. Ci dà anche la possibilità di un dialogo più diretto con i nostri clienti, le comunità locali ed i fornitori con cui lavoriamo".
"Non vogliamo essere semplicemente parte del futuro: vogliamo plasmare il futuro".

L
e vendite via web in 5 anni devono raddoppiare
Ed ecco che spuntano i "dark stores": dei quali si vuole costruire un'intera rete nazionale. Si tratta di una nuova formula di negozi, non per il pubblico ma per servizi di assistenza e logistica all'on-line.

Tesco, in realtà, ha già quattro "dark stores" a Londra, ma il responsabile dell'e-commerce del gruppo inglese Ken Towle ha dichiarato che altri 2 saranno aperti nei prossimi giorni a Crawley e Erith, vicino a Dortfort. E poi si è alla ricerca di nuove location in altre città, come Birmigham e Manchester. Nei prossimi 5 anni si prevede di raddoppiare le vendite on-line, arrivando a 5 miliardi di sterline (6,25 miliardi di euro).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome