La Grande Sfida dei Fornitori è l'evento annuale organizzato da Carrefour per dare risalto ai migliori progetti presentati dai 600 fornitori di prodotti a marchio dell’insegna. La prima fase del contest si svolge in Italia, e in ciascun Paese dove Carrefour è presente con la propria rete di punti di vendita; durante la seconda fase i vincitori si riuniscono in un apposito evento a Parigi, in rappresentanza della propria nazione a livello mondiale.

Evento a tema
Ogni anno viene scelto un tema: quelli dell'edizione 2017 sono l'alimentazione e il benessere. La squadra Carrefour Italia, coordinata dalla responsabile qualità e Csr  Flavia Marè, scheda e analizza ciascun progetto, con l’aiuto di esperti -in questo caso Elisabetta Genta, responsabile settore consulenza, audit e formazione di Laemmegroup Srl- e seleziona i migliori.
Successivamente, questi prodotti vengono sottoposti all’analisi di una giuria esterna che sceglie il fornitore ambasciatore che andrà a Parigi a rappresentare l’Italia con il proprio progetto.
La giuria di quest’anno -presieduta da Elisabetta Genta, con la moderazione di Flavia Marè- era formata da Elena Dogliotti, biologa e nutrizionista Fondazione Umberto Veronesi; Barbara Trigari, giornalista freelance New Business Media; Laura Piazza, docente di Tecnologie Alimentari presso il dipartimento di scienze e politiche ambientali dell’Università degli Studi di Milano e il dipartimento di chimica, materiali e ingegneria chimica "Giulio Natta" del Politecnico di Milano; Roberto Stanco, responsabile marketing Carrefour Italia; e Sonia Coppe, cliente Carrefour.

I PROGETTI DEI FORNITORI

Sette i progetti in gara:

-Amadori (Gesco Sca): Pollo Campese allevato all’aperto senza uso di antibiotici - Categoria Buone pratiche d’allevamento

-CasArrigoni Srl: Produzione in regime biodinamico del Gorgonzola Dop e del Taleggio Dop - Categoria Promozione stili di vita

-C.I.C.O. Soc. Coop Agricola: Frutta e verdura, un arcobaleno di salute, per l’educazione alimentare dei bambini da 3 a 6 anni - Categoria Educazione alimentare

-Cean, Compagnia Europea Alimenti e Natura Srl: Biscotti e merende a lievitazione naturale a basso indice glicemico (adatti ai diabetici) - Categoria Esigenze alimentari particolari

-Orogel Soc. Coop Agricola: Linea Benessere, prodotti e comunicazione per un’alimentazione sana - Categoria Informazione al consumatore

-Nuova Ruggeri Srl: Linea Leggermente, merendine salutari - Categoria Profilo nutrizionale

-Riseria Vignola Giovanni Spa: Coltivazione del riso con la tecnica della pacciamatura - Categoria Buone pratiche agronomiche

La scelta del progetto vincitore è avvenuta dopo lunga discussione, perché tutti i progetti già selezionati da Carrefour hanno importanza e interesse sia per i consumatori sia per l’insegna. Alcuni propongono prodotti nuovi e interessanti per il mercato, come i dolci della linea SZ-Senza Zucchero di Cean, poiché permettono anche ai diabetici di togliersi lo sfizio del dolce. Altri puntano sulla comunicazione che, come ha evidenziato Elena Dogliotti, costituisce il punto di partenza per spingere i consumatori a chiedere prodotti più sani, e le aziende a svilupparli.
Altri progetti hanno una visione sul lungo periodo e oltre l’azienda, come la scelta di Amadori di eliminare gli antibiotici, una scelta che impatta sulla salute della popolazione aiutando a ridurre l’insorgenza di resistenze agli antibiotici nella cura delle malattie; oppure il progetto per la coltivazione del riso che consente significativi risparmi di acqua, gasolio, concime, sementi e abolisce la chimica, venendo incontro alle esigenze espresse dai distributori all’estero di proporre qualcosa che vada oltre il concetto di biologico.

I progetti hanno comportato investimenti considerevoli, sul lungo periodo. Tutti i fornitori selezionati sono stati premiati nella propria categoria, mentre l’ambasciatore per l’Italia a Parigi sarà Orogel, il cui progetto è stato preferito per l’importanza strategica attribuita all’informazione della popolazione in merito alla nutrizione, e per l’ampiezza e varietà dei mezzi scelti, dall’etichetta al sito aziendale, fino a convegni dedicati.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here