In arrivo Italy Discount la centrale d’acquisto discount per la do

Retail

Il discount trova una nuova formula per la do con i suoi localismi al servizio del consumatore.
Italy Discount: nasce proprio per quel consumatore che vuole qualità, localismo e prezzi competitivi.
Parla Mirco Pincelli (in foto) consigliere delegato dell’azienda: il progetto è in fase di definizione, nel 2014 il lancio con circa 200 punti di vendita ed 800 referenze suddivise in 50 linee di prodotto.

Il discount sta cambiando
Il format discount, in virtù di una evoluzione negli stili di consumo, si sta aggiornando: i maggiori player sono impegnati in movimenti di concentrazione che sono destinati a portare un’offerta ancora più aggressiva in termini di competitività, ma è oggi anche evidente un aggiornamento del modello di offerta che è sempre più concentrato sulle categorie dei freschi. Ulteriore evoluzione del canale è rappresentata dal proliferare di brand premium rivolti a dare alle insegne protagoniste un riconoscimento più vasto.

La prima centrale discount
Italy Discount è la prima centrale discount che nasce dal basso, dal locale, dall’imprenditore, dalle esigenze del consumatore di vicinato. Vuole rappresentare un’offerta per tutti quegli operatori del settore (gruppi e catene) che hanno quote interessanti in aree più o meno estese ma non hanno la forza di espandersi oltre i propri confini. Esistono infatti imprese distributive che comunicano con insegne proprie ma non hanno i volumi per sviluppare prodotti a marca propria. Hanno superfici medie inferiori a 800 mq e sono spesso una via di mezzo tra il discount e il supermercato. Italy Discount vuole essere a pieno titolo il punto di riferimento di questo mercato, uscendo dalle logiche del franchising, in senso stretto e stringente, con cui oggi le insegne affiliano i vari imprenditori sul territorio.

Fin qui mancava la do nel discount
Mirco Pincelli, consigliere delegato del Gruppo, spiega molto bene il motivo della necessità di Italy Discount sul mercato: "A differenza della storia che caratterizza il nostro Paese in termini di Retail, il discount vive una rapida e forte concentrazione di mercato, con regole ferree ed assortimenti che per definizione non possono abbracciare i localismi. Manca un concetto di do in un settore oggi importante ma in un Paese che ha nei cromosomi questa filosofia".  Pincelli così prosegue: "La società è stata costituita a fine giugno ed abbiamo già realizzato 150 prodotti a marchio esclusivo nostro che saranno disponibili a fine anno, altri 700 saranno pronti entro giugno del 2014.
D".
"Italy Discount è un contenitore aperto, chiunque abbia una sua insegna e ne voglia conservare la notorietà lo può e lo potrà fare. Invece -conclude Pincelli- chi vuole approcciare il canale e non ha insegna, potrà usufruire dell’insegna D.al che abbiamo già registrato e definito.
Siamo partiti con 170 punti di vendita, altri 30 entreranno entro l’anno e abbiamo la presunzione, visto l’interesse che il progetto ha suscitato, di arrivare a 400 pdv entro il 2014."

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here