Marr, risultati 2012

Finanza

Marr del Gruppo Cremonini presenta per il 2012 ricavi praticamente stabili a 1.260,0 milioni di euro nel 2012 (1.249,2 nel 2011) mentre l'utile netto consolidato è di 48,9 milioni di euro da cui deriva una  proposta di un dividendo
lordo a 0,58 euro,
L'Ebitda si è attestato a 90,1 milioni di euro (91,8 nel 2011) e l'Ebit a 76,9 milioni (79,3 nel 2011), confermando, pur in un contesto complicato i livelli di profittabilità operativa raggiunti.

L'indebitamento finanziario è aumentato di un 5,9% attestandosi a 165,2 milioni di Euro, rispetto ai 156,0 milioni dell'esercizio precedente.
Confermato il livello di generazione di cassa con un free cash flow prima dei dividendi di 33,5 milioni di Euro rispetto ai 33,8 milioni del 2011.
L'utile non distribuito viene accantonato a riserva.

La cedola di 0,58 euro evidenzia un incremento del 7,4% rispetto ai 0,54 della cedola staccata il 28 maggio dell'anno scorso; il 5 luglio 2012 era stata messa in pagamento la cedola n.8 di 0,10 Euro erogata in occasione della ricorrenza dei 40 anni di attività.

Risultati per segmento di attività
In un 2012 difficile, in cui il valore della spesa per Alberghi, pasti e consumazioni fuori casa ha segnato una flessione del 3,2% (Ufficio Studi Confcommercio, marzo 2013), le vendite del Gruppo Marr ai clienti della Ristorazione Commerciale e Collettiva (clienti delle categorie Street Market e National Account) hanno fatto registrare un incremento del 2,1%, permettendo così al Gruppo di consolidare ulteriormente la propria quota di mercato, a conferma della validità della sua proposta
commerciale in una congiuntura che richiede vicinanza al cliente.

Ristorazione è a 1.005,7 milioni di euro
L'incremento è di oltre 20 milioni di euro rispetto ai 985,2 milioni del 2011.
Le vendite alla categoria dello Street Market (ristoranti e hotel non appartenenti a Gruppi o Catene) sono state pari a 774,8 milioni di Euro (764,8 milioni nel 2011), mentre quelle alla categoria dei National Account (operatori della ristorazione commerciale strutturata e della ristorazione collettiva) hanno raggiunto i 230,9 milioni di Euro (220,4 milioni nel 2011).

I Wholesale (vendite a grossisti) hanno raggiunto i 233,7 milioni di Euro rispetto ai 245,4 milioni del 2011.

Scapa
In data 23 febbraio 2013 ha avuto decorrenza il contratto di affitto d'azienda delle attività di Scapa Italia spa (“Scapa”), attraverso il quale Marr ha rilevato la gestione dei centri distributivi di Marzano (Pavia) e Pomezia (Roma): due strutture ampie, moderne e ottimamente localizzate. Il centro di Marzano (inaugurato nel 2009) ha una superficie totale di 22.000 mq, di cui 11.700 a temperatura controllata, mentre il magazzino di Pomezia ha una superficie di 11.000 mq, dei quali 4.800 a temperatura controllata.
Marr andrà a concentrare su queste strutture le attività logistiche e distributive della propria clientela dei National Account razionalizzando ulteriormente le attività dedicate al segmento dello Street Market svolte dagli altri suoi centri distributivi.
L'affitto d'azienda, della durata di 12 mesi, prevede il subentro nei contratti attivi e passivi individuati come strumentali allo svolgimento delle attività, tra questi quelli di locazione dei due magazzini, oltre all'acquisto delle rimanenze. Il contratto prevede inoltre l'acquisto dell'azienda da parte di Marr spa, subordinatamente al deposito dell'omologa del Tribunale di Milano del concordato.
Il prezzo di acquisto, comprensivo di attrezzature per un valore contabile di circa 1,7 milioni di Euro, è stabilito in 3,5 milioni di Euro, da cui andranno a dedursi in acconto i canoni di affitto fissati in 300 mila Euro annui.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here