Vino: segnali di ripresa per il mercato

Produttori

Due buone notizie per il mondo del vino: aumentano le vendite nei supermercati indice di una ripresa del mercato interno e grande interesse delle catene distributive europee e americane per il nostro prodotto. Due annunci, raccolti durante la 10° edizione del convegno sul vino e grande distribuzione organizzato da Veronafiere con IRI e tenutosi a Vinitaly, che evidenziano un sentiment di ottimismo. Una fiducia mostrata, per esempio, dal recupero di 3 punti percentuali dei vini in bottiglia da 75 cl nel primo biennio 2014. “È presto per parlare di ripresa, ma possiamo essere ottimisti per il 2014 – commenta Virgilio Romano, client service director di IRI – Prevediamo anche una stabilizzazione dei prezzi e meno promozioni, già al limite coprendo un terzo dei litri venduti”.

Rosee anche le prospettive nei mercati esteri. L’Italia è il secondo Paese importatore verso i supermercati Usa con una quota del 28,3%, distaccando di 22 punti la Francia. Stessa posizione anche nel Regno Unito con una quota pari a 17%, mentre in Germania siamo il primo Paese precedendo Francia e Spagna. Alberto Miraglia, delegato Federdistribuzione a Vinitaly ha commentato la crescita delle vendite di vino italiano nella Gdo estera: “Non poche insegne portano il vino italiano nei propri punti di vendita internazionali, promuovendolo con manifestazioni specifiche o inserendolo regolarmente nell’assortimento. Altre favoriscono il prodotto nazionale sfruttando rapporti consociativi con catene distributive estere, incentivando rapporti diretti tra grande distribuzione straniera e cantine italiane, indicando cantine e prodotti interessanti da inserire nelle linee di vino di marca del distributore dell’insegna estera”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome