Accordo Veronafiere-Anas per il rilancio della filiera suinicola

Fiere

Siglato un accordo di collaborazione tra Veronafiere e Anas (l'Associazione nazionale degli allevatori di suini) sulla 26ª edizione di Eurocarne, il Salone internazionale delle tecnologie e prodotti per la lavorazione, conservazione, refrigerazione e distribuzione delle carni, in programma a Verona dal 10 al 13 maggio 2015.

“La presenza di Anas -dichiara Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere- segue l'ottica di
Eurocarne verso una maggiore integrazione di filiera nella suinicoltura, comparto che vale circa 20 miliardi
di euro e che costituisce una peculiarità del Made in Italy sia per le caratteristiche della carne fresca che per
la produzione di salumi di qualità”.

In particolare, Anas organizzerà a Eurocarne approfondimenti specifici sulle strategie di rilancio della
suinicoltura italiana, affrontando le tematiche relative alla filiera corta, alla valorizzazione delle carni, alla
possibilità di diversificare, orientando parte della produzione verso un suino intermedio, di peso cioè
intorno ai 130-140 chilogrammi, predisposto per carni destinate al consumo fresco. Fondamentale, per
questi progetti, il dialogo con l'industria di macellazione e con i soggetti destinati ad interfacciarsi con il
consumatore finale, siano essi la grande distribuzione organizzata, il normal trade o i discount.

Inoltre, Anas proseguirà il confronto diretto con i consorzi di tutela dei principali salumi Dop, per
programmare strategie mirate alla valorizzazione sui mercati del prodotto Made in Italy.

“Il ruolo consolidato di leadership di Veronafiere nel settore degli eventi legati all'agroalimentare -commenta il presidente di Anas, Andrea Cristini- ci ha portato a scegliere Eurocarne come polo privilegiato
per ragionare sulle ipotesi di rilancio della suinicoltura italiana, con riferimento alla produzione dei suini, ma
anche in chiave di nuove opportunità per i consumatori”.

La grande novità di Eurocarne, che nel 2015 taglierà il traguardo della 26ª edizione, è che sarà ora organizzata e gestita unicamente da Veronafiere, in modo da rispondere in maniera più flessibile alle esigenze del mercato e da promuovere ulteriormente l'internazionalizzazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here