AmazonFresh: 299 dollari per il servizio di consegna

Mentre in Italia Amazon mantiene alta l’attenzione dei competitor tra l’apertura di nuovi store online e l’annuncio di importanti novità 2016, che strizzano discretamente l’occhio al reparto dei prodotti freschi, negli Stati Uniti prosegue la ricerca della migliore formula di business per la consegna del food a domicilio.

amazonfreshAmazonFresh ha infatti confermato quanto annunciato lo scorso anno, introducendo una tassa di iscrizione annuale di 299 dollari per il servizio di grocery delivery nelle città di New York, Philadelphia, Seattle, ed eventualmente altre.

La quota, oltre ai regolari benefit riservati ai membri Amazon Prime, dà la possibilità di accedere alla consegna gratuita per tutti gli ordini superiori ai 50 dollari, rendendo tuttavia il servizio nettamente meno conveniente per coloro che ne usufruiscono solo occasionalmente.

Si tratta di un prezzo che mal compete con quello di player come Instacart, che richiede 99 dollari l’anno e porta a casa la spesa gratuitamente dai 35 dollari in su. C’è da aspettarsi, tuttavia, che il colosso statunitense abbia fatto bene i propri calcoli.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome