Articoli per scrittura: la segmentazione è nel segno della marca

Una categoria ampia e profonda, che in gdo si gioca la pagella dell’anno fra fine agosto e metà settembre, nel corso del cosiddetto back-to-school. Secondo GfK, nell’AT ad agosto 2008 il comparto penne, matite e affini -articolato nei segmenti writing, colouring, marking e correction sviluppa un fatturato complessivo di 282,6 milioni di euro, risultato sostanzialmente in linea con quello rilevato nel periodo precedente (+2,6% a valore). Un business in stand-by, insomma, la cui evoluzione viene frenata da alcuni forti trend: dal calo demografico al crescente impiego del pc per scrivere, o del CAD per disegnare, dalla crescita continua delle referenze in commercio alla fisionomia incerta del reparto cartoleria presso molti punti di vendita del canale moderno. I mass merchandiser, che nella campagna scuola registrano un abnorme picco di stagionalità, veicolano oltre il 63% del sell-out complessivo. Inoltre, presso alcuni retailer, con l’intento di soddisfare clienti sempre più esigenti nel chiedere qualità, servizio, gamma e convenienza, anche nella cartoleria è stato inserito il category manager. Obiettivo: definire assortimenti e display che massimizzino le rotazioni del reparto.

Per saperne di più, scarica il PDF

Allegati

/wp-content/uploads/sites/7/2014/10/155_16.pdf” target=”_blank”>Articoli per scrittura: la segmentazione è nel segno della marca
Mercati | Gdoweek 459 | 18/11/2008 |

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome