Campari cresce a due cifre nel terzo trimestre, ma non basta

Produttori

Da un comunicato Campari si rileva che nei primi nove mesi del 2011 i suoi ricavi sono aumentati dell'11,9% a 889,2 milioni di euro e l'utile, prima delle tasse, dell'11,5% a 174,3 milioni di euro. Le vendite nette, a perimetro costante, sono aumentate del 7,3%. L'Ebitda si è attestato a 229,1 milioni di euro, in crescita del 13,3% rispetto ai primi nove mesi del 2010.

Titolo sospeso per eccesso di ribasso
Tuttavia dopo la pubblicazione dei dati, ieri il titolo è andato giù, segno anche dell'attuale situazione critica dell'economia nazionale. Secondo gli analisti di borsa i margini sarebbero stati inferiori alle previsioni, la crescita organica nel terzo trimestre sarebbe risultata rallentata.
I nove mesi in crescita a doppia cifra non bastano a Campari e il titolo è stato sospeso per eccesso di ribasso, arrivando a 5,27 euro. Sembra che la causa vada cercata nei risultati inferiori alle previsioni in termini di Ebitda, Ebit e debito netto.
L'Ad, Bob Kunze-Concewitz, ha rilasciato dichiarazioni in cui rimane comunque ottimista sia per il 2011 che per il medio periodo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome