Carrefour vende l’80% della rete in Cina al colosso locale Suning.com

Un sostanziale addio, quello di Carrefour alla Cina. Il retailer francese ha infatti annunciato di aver venduto al colosso retail (e non solo) cinese Suning.com (noto per l'acquisto della squadra Inter) l'80% delle partecipazioni in Carrefour China.

Un'operazione da 620 milioni di euro che porta in dote al gigante asiatico oltre 200 punti di vendita aperti da Carrefour sul territorio negli ultimi anni, sostanzialmente tutti ipermercati. Potrebbe essere proprio questo il tipo di format responsabile del mancato decollo della catena francese nel Paese (a differenza dei 24 convenience store, che invece darebbero risultati migliori). Nel 2018, la rete nel complesso ha generato vendite per 3,6 miliardi di euro (-10% circa sull'anno precedente) e un Ebitda di 66 milioni di euro.

Carrefour, almeno per ora, manterrà il 20% delle quote di Carrefour China e due dei sette posti all'interno del consiglio di sorveglianza. La chiusura definitiva dell'operazione è attesa per fine anno, previo via libera delle rispettive autorità cinesi.

Quello di Carrefour in Cina, comunque, è solo uno dei dietrofront che stanno portando a nuovi equilibri retail nel Paese.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome