Coop.fi e RetailDesign premiati a Düsseldorf

Retail

Per la volta, un architetto italiano e un progetto italiano vengono premiati tra i migliori (concept) store design a livello mondiale: su oltre 100 progetti selezionati e provenienti da tutto il mondo, Paolo Lucchetta (in foto) e il RetailDesign Studio sono stati tra i vincitori del Retail Design Awards, premio internazionale promosso dall'istituto di
ricerca EHI, per l'originale concept store di Coop.fi di Novoli (Firenze) di Unicoop Firenze.

Il premio è stato consegnato in occasione del Gala di apertura del congresso mondiale Euroshop di Düsseldorf, l'evento triennale nel quale si danno appuntamento i decision maker del retail per capire le tendenze del futuro, le visioni e le impressioni degli esperti che contano.

Le motivazioni del premio
Il progetto di Paolo Lucchetta per Coop.fi, premiato ex aequo con lo store Puma di Osaka (Giappone) e il department store Simons nello shopping center West Edmonton Mall (Edmonton, Canada), è stato premiato in quanto considerato un nuovo modello di mercato contemporaneo in grado di esprimere valori innovativi nel modo di concepire il retail.

Tra questi,
- la capacità di recuperare e rigenerare  edifici esistenti con nuove idee a impatto positivo per la comunità e il territorio;

- la centralità delle filiere del cibo, confermata dalla presenza di isole gastronomiche dedicate alla filiera corta dei freschi;

- l'accento sul "social retail", nel senso che il supermercato diventa uno spazio aperto a tutti per eventi sociali, didattici e incontri culturali;

- l'applicazione di innovazioni tecnologiche a supporto dell'esperienza dello shopping (dall'e-commerce, ai sistemi di selezione e pagamento elettronici, fino alle App, ecc);

- la presenza de "Il Laboratorio del Gusto", dello chef Andrea Bianchini, spazio di ristorazione "sopra" il mercato, del quale utilizza ingredienti acquistati ogni giorno e selezionati durante l'orario d'apertura in mezzo a gruppi di clienti incuriositi, con l'obiettivo di sottolineare i valori relativi alla diffusione di una corretta e consapevole “educazione alimentare”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here