Per il secondo anno consecutivo il giro d'affari realizzato complessivamente dalla rete al dettaglio (diretta+indiretta) di Aspiag Service, concessionaria delle insegne Despar, Eurospar e Interspar per il Triveneto e l’Emilia Romagna, ha superato i 2 miliardi di euro, fissandosi a quota 2,07 miliardi nel 2016, +3% rispetto al 2015, incremento più che positivo se pensiamo ai dati (Istat) che fotografano l'andamento del commercio al dettaglio alimentare nel 2016: +0,1% per gli esercizi alimentari in generale, con differenze molto lievi per la grande distribuzione (+0,5%) che va meglio delle piccole superfici (-0,4%). Nella Gdo alimentare spicca la sofferenza degli ipermercati (-0,5%), la stabilità un po' soporifera dei supermercati (+0,2%) e il ritmo di mambo dei discount (+2%).
Nella propria "trading area" (che corrisponde poi al Triveneto), Despar Nordest ha una quota di leadership: il 15,61% (GNLC Nielsen, giugno 2016). Nel 2016 l’azienda guidata da Rudolf Staudinger, presidente di Aspiag Service, ha inaugurato 25 punti di vendita, tra diretti e  associati, e ne ha ristrutturati 15, per un investimento complessivo che supera i 100 milioni di euro. La crescita è quindi trainata dallo sviluppo che ha favorito la crescita dei dipendenti il cui numero è salito da 7.198 a 7.568.

Rudolf Staudinger, Presidente di Aspiag Service. Dal 1° gennaio 2017 Arcangelo Francesco Montalvo è subentrato in qualità di ad a Marino Fineschi: affiancherà così Rudolf Staundinger e gli altri 2 storici amministratori delegati, Harald Antley e Paul Klotz

Emilia Romagna prossima frontiera di sviluppo
Le aperture dirette si sono concentrate nella seconda parte del 2016: si tratta di 6 supermercati in Friuli Venezia Giulia (4 Eurospar e 2 Despar), 1 Eurospar in Alto Adige, 2 Despar in Veneto e 1 Interspar in Emilia Romagna che ha segnato l’ingresso di Despar Nordest a Parma. L’Emilia Romagna rappresenta la prossima frontiera di espansione per il marchio con l’abete: l’Interspar inaugurato a dicembre in quartiere San Leonardo a Parma (nel quale lavorano circa 90 persone), è frutto di un investimento di 11 milioni di euro.

L'ingresso nel centro storico di Venezia
Interessante anche sotto il profilo storico-architettonico il restauro dell’ex Cinema Teatro Italia a Venezia, che ha richiesto 2,5 milioni di euro: una somma quasi equivalente è stata investita dalla proprietà dell’immobile. L'immobile all'interno del quale ha aperto il supermercato è un gioiello del neogotico e del liberty d’inizio Novecento, in disuso ormai da decenni. Il restauro del palazzo è stato condotto in stretta collaborazione e sotto il controllo della Sovrintendenza, così come l'allestimento del supermercato.
Insieme al Despar inaugurato poche settimane prima al Ponte di Rialto, Despar Teatro Italia segna l’ingresso di Aspiag Service nel centro storico di Venezia.

Sostenibilità ambientale: 20 i siti certificati
Aspiag Service ha rinnovato nel 2016 la certificazione Uni En Iso 14001 per il proprio sistema di gestione ambientale. Nel 2013 è stata la prima azienda della Gdo italiana a raggiungere questo traguardo: inizialmente il perimetro di applicazione della certificazione ambientale comprendeva le sedi direzionali di Mestrino (Pd) e Udine, e 4 ipermercati Interspar. È stato poi esteso ad altri 15 punti di vendita, per un totale di 20 siti certificati.
Aspiag Service utilizza energia certificata al 100% da fonti rinnovabili e impianti di illuminazione full led.
Nei supermercati di nuova costruzione, la climatizzazione del punto di vendita avviene recuperando il calore prodotto dai banchi frigo e, laddove possibile, tetti bianchi o verdi abbassano la temperatura all’interno del supermercato durante i mesi caldi.
Tutti gli immobili più recenti sono in classe energetica A.
Con il nuovo sistema di classificazione in vigore da ottobre 2015, l’obiettivo di Despar Nordest è realizzare immobili che siano almeno in classe A3.

Impegno sociale
Collaborando con Last Minute Market e Banco Alimentare, Despar Nordest ha recuperato e rimesso in circolo merce per un valore totale di 5,4 milioni di euro, ridistribuita da circa 200 onlus del territorio: corrispondono a 1,8 milioni di pasti destinati a persone in difficoltà.
Aspiag Service ha abbinato tutte le proprie filiali Despar, Eurospar e Interspar in Veneto, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige ad almeno una fra le associazioni di riferimento che, con cadenza regolare, ritirano e ridistribuiscono tutta la merce commestibile ritirata dagli scaffali perché invenduta.
In questa direzione si orienta "Progetto Salute Despar" che unisce il percorso didattico per la scuola elementare "Le Buone Abitudini" alla rivista DiVita Magazine e al blog Casadivita.it, che si propongono come strumenti di crescita personale e potenziamento della salute attraverso stili di vita più corretti.
L’impegno sociale di Aspiag Service ha prodotto diverse raccolte fondi a sostegno del territorio. All’indomani del terremoto in Centro Italia, l’azienda ha raccolto 329.098 euro,  consegnati a Croce Rossa Italiana, insieme a un camion di aiuti, per far fronte alle prime emergenze locali.
Altre raccolte fondi hanno sostenuto associazioni che si occupano della salute e dei diritti di donne e bambini, e diversi enti di ricerca, per un totale di oltre 560.000 euro raccolti e donati.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome