Destinazione Ambiente per Autogrill

Servizi e tecnologie

La gestione dei rifiuti lungo le infrastrutture della mobilità è un tema ancora poco esplorato nel nostro Paese: i volumi prodotti alla suddivisione per tipologia, fino alle modalità di raccolta e smaltimento. Decisamente rilevante quindi il progetto pilota Destinazione Ambiente messo a punto da Conai per attuare la raccolta differenziata in autostrada dei rifiuti prodotti dai 300 milioni di persone che ogni anno sostano nelle aree di ristoro. L'iniziativa ha subito trovato il sostegno strategico di Autogrill, che parteciperà attivamente alla campagna di sensibilizzazione rivolta ai 200 milioni connsumatori che ogni anno utilizzano le strutture della multinazionale italiana.

La fase iniziale, condotta in collaborazione con Waste Italia, il Gruppo Hera e ID&A, interesserà cinque aree di sosta pilota, per poi essere progressivamente estesa a tutti i punti di vendita Autogrill distribuiti sulla rete autostradale italiane.

Nuova ricchezza dai rifiuti prodotti al pitstop
Ogni anno nelle 420 aree di ristoro presenti nelle autostrade italiane sono prodotte circa 45.000 tonnellate di rifiuti. Secondo uno studio realizzato da Conai, il 45% è costituito da organico (residui di cibo e bevande), quasi il 40% da vari materiali (acciaio, alluminio, carta e cartone, plastica, legno e vetro) e il 15% da altri rifiuti; mediamente un quarto del totale è costituito da imballaggi.
Nel centro-sud risulta più elevata la frazione organica, mentre nel nord aumentano carta e cartone.

Una volta a regime, 20/25.000 tonnellate di rifiuti annui potrebbero essere sottratte alla raccolta indifferenziata e avviate al riciclo producendo, ad esempio, 250.000 caffettiere dal riciclo delle lattine in alluminio, 2.500.000 felpe in pile dal riciclo delle plastiche e ben 9.500.000 di bottiglie dal riciclo degli imballaggi in vetro.
Inoltre, riciclando i rifiuti di imballaggio, le emissioni di CO2 si ridurrebbero di oltre 12.000 tonnellate annue.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here