Fast Retailing nella sua gamma intende diminuire la quota di produzione cinese

Retail

Allo stato attuale, circa il 70% dei prodotti venduti da Fast Retailing (Uniqlo)sono di fabbricazione cinese, ma questa situazione è destinata a contrarsi in quanto la società si sta espandendo a livello globale. Ciò significa che sarà necessario estendere la propria capacità di produzione ad aree anche lontane dalla Cina paese verso il quale è stato, per altro, annunciato un formidabile piano di espansione.

Obiettivo efficienza
Dietro questa decisione c'è l'obiettivo di abbreviare i tempi di approvvigionamento e cercare di attuare una filiera produttiva più efficiente sfruttando al meglio la dimensione di scala. Un portavoce di Fast Retailing ha così commentato "Non stiamo limitando i paesi presi in considerazione, quindi ci piacerebbe collaborare con un paese in grado di coniugare una maggiore capacità produttiva con una elevata qualità e tempi di consegna più brevi, con evidenti vantaggi costi-benefici".
Dunque per qualità e velocità, potrebbe essere preso in considerazione come fornitor anche il settore industriale italiano.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome