Findomestic: gli elettrodomestici crescono se sono piccoli

Retail

Consumi ancora stagnanti ma con qualche segnale in controtendenza. L’Osservatorio mensile sui beni durevoli di Findomestic presenta tra l’altro un’analisi dettagliata sull’andamento di mercato e le intenzioni di acquisto nei comparti elettrodomestici, elettronica di consumo e telefonia.

Elettrodomestici

Il 26,5% dei consumatori è pronto ad acquistare un piccolo elettrodomestico entro il prossimo mese di aprile. A gennaio, a dirsi pronto all’acquisto era stato il 25,3%. L’elettronica di consumo fa segnare un vero balzo in avanti: a febbraio, infatti, il 20,8% dei consumatori era pronto all’acquisto di un prodotto di questa categoria, contro il 17,7% rilevato a gennaio.
Prosegue il calo per i grandi elettrodomestici: il 15,4% di potenziali interessati di gennaio si è contratto ulteriormente al 14,4%. Per questi ultimi scende anche la spesa media preventivata, che passa dai 902 euro di gennaio agli 839 di febbraio. In calo anche i budget previsti per l’elettronica di consumo (da 697 a 633 euro). Per i piccoli la correzione invece è all’insù (da 166 a 173 euro).

Telefoni e pc

Telefonia e pc e accessori a febbraio presentano propensioni in linea con quelle dell’anno precedente (rispettivamente con il 22,5% e il 19,4% di interessati all’acquisto).
I tablet confermano il trend di crescita dei mesi scorsi, e rispetto a gennaio vedono passare i potenziali acquirenti dal 13,7 al 14,4%. In lieve calo le previsione per le foto e videocamere: dal 10,9% di gennaio al 10,8% di febbraio.
Per quanto riguarda gli importi di spesa preventivati, per i pc la cifra passa dai 515 euro di gennaio ai 510 di febbraio; per le foto e videocamere si scende da 353 a 340 euro; per i tablet si sale a 303 euro (contro i 300 di gennaio); e per la telefonia il budget previsto scende da 301 a 295 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here