Gabrielli sostiene i clienti in difficoltà

Gruppo Gabrielli una delle aziende distributive più dinamiche nell'ambito della Gd locale, con l'operazione “Oasi è sempre accanto a te”, viene incontro a tutti i lavoratori in difficoltà (per esempio in cassa integrazione o mobilità), possessori di Carta Unika, che riceveranno ogni mese 4 buoni sconto del 10% da spendere settimanalmente in tutti i punti di vendita a insegna Oasi.  Per i detentori della fidelity card basterà presentarsi al supermercato con la carta d'identità, mostrare la documentazione relativa alla propria situazione professionale e aggiornare i dati di Carta Unika.

Chi non è iscritto al programma, si registra al box informazioni per sottoscrivere Carta Unika e ricevere i buoni sconto spendibili nelle quattro settimane.

Ogni buono è valido nella settimana di riferimento e può essere utilizzato per una spesa, in un unico scontrino, fino a un massimo di 100 euro. I buoni non sono cumulabili tra loro, né con altre iniziative in corso. L'iniziativa è valida fino al 31 dicembre 2016 e solo per i possessori di Carta Unika.

Con questa iniziativa Gabrielli vuole dare un aiuto alle fasce di popolazione più deboli sul territorio in cui operano i punti di vendita del Gruppo. L'anno appena trascorso 806 clienti hanno usufruito dell'iniziativa, con un fatturato di 790.000 euro e oltre 28.000 scontrini emessi.

Gruppo Gabrielli, di cui Gdoweek ha intervistato il direttore commerciale Gregorio Martelli, viene da un anno (il 2014) positivo (chiusura a +2% in termini di vendite) considerando che la distribuzione italiana cresce negli ultimi anni su base zero virgola. Dai 630 milioni di euro messi a segni nel 2014 Gabrielli stima di chiudere il 2015 a 660 milioni, +3%, con ulteriore rafforzamento della rete che passerà dagli attuali 186 punti di vendita ai 210 previsti per la fine del 2017.

Il canale ipermercati (insegna: Oasi) avrà 22 esercizi nel 2017 rispetto ai 19 del 2014, i supermercati Tigre da 79 diventeranno 88. I 51 affiliati saranno 53 a fine 2017, i Tigre Amico passeranno dagli 88 del 2014 ai 100 nel 2017.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here