Indicod-Ecr, nuovo servizio di catalogo elettronico

Tecnologie

Il disallineamento delle informazioni di prodotto tra industra e distribuzione genera inefficienze che possono costare ai supplier una quota pari all’1,5% delle vendite annuali, un costo che a livello globale supera i 2 miliardi di euro. Ma non solo, il 30% della merce viene ricevuta dalla gd in quantità diverse da quelle ordinate, il 47% degli ordini di acquisto annuali non sono perfettamente allineati alle fatture di acquisto del fornitore. Esiste, a livello globale, la necessità di migliorare la gestione dei dati di prodotto, un problema che richiede una collaborazione sempre più stretta tra industria e distribuzione. In questa direzione si muove il nuovo servizio di Catalogo elettronico lanciato da Indicod-Ecr, basato sugli standard di GS1, che permette ai partner commerciali, produttori e distributori, di migliorare la precisione e l’affidabilità del processo di comunicazione e di sincronizzazione delle informazioni relative ai loro prodotti. Lo sviluppo del Catalogo elettronico nasce dalla partnership tra
Indicod-Ecr ed il provider SA2 Worldsync, che fornisce l’infrastruttura
tecnologica e le operation.

Efficienza e risparmio
 “Il Catalogo elettronico introduce elementi di efficienza e risparmio nella pratica delle relazioni tra industria e distribuzione intervenendo su un processo specifico, la sincronizzazione dei dati di prodotto, originariamente limitato alla relazione logistica e amministrativa tra i partner commerciali – ha spiegato Bruno Aceto, Direttore Generale di Indicod-Ecr, aprendo i lavori del convegno dedicato alla presentazione dell’iniziativa.
“Il Catalogo elettronico -ha aggiunto Massimo Bolchini -Direttore Gestione e Sviluppo Standard di Indicod-Ecr- è un progetto di innovazione che apporterà significativi vantaggi al business. Indicod-Ecr, infatti, in quanto provider del servizio, sorveglierà sulla progressiva standardizzazione dello scambio di informazioni tra produttori e distributori, consentendo al sistema di ridurre le inefficienze derivanti dal disallineamento". Imprese di ogni dimensione possono decidere di adeguarsi al nuovo servizio sostenendo costi proporzionati e contare sul supporto di Indicod-Ecr Servizi, una società
creata per offrire un aiuto concreto alle imprese nell’implementazione delle innovazioni e delle soluzioni promosse dall’associazione.

I benefici per Coop e Johnson Wax
Coop Italia e Johnson Wax sono state le prime due aziende in Italia a collaborare su un progetto di catalogo elettronico per lo scambio delle informazioni logistiche e di marketing sui prodotti. Tra i principali benefici ottenuti, la riduzione delle rotture di stock e dei costi derivanti dall’errata codifica della merce. In particolare, Johnson Wax ha registrato una riduzione del 31% del margine di errore nel riordino e nella codifica dei codici e, visti gli evidenti benefici ricavati, i parametri GDSN sono diventati uno standard aziendale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here