Penny Market diventa Penny, punto

Si rinnova e modifica il logo e l'immagine di Penny Market che diventa Penny, punto. Responsabilità verso le persone e l’ambiente si confermano gli asset del gruppo

Nuovo logo, nuova immagine, stessi valori di sempre: Penny Market (Gruppo Rewe) diventa Penny, punto con colori moderni e nitidi e un'evoluzione che intende sottolineare alcuni asset: responsabilità verso le persone e l’ambiente, senza mai tradire qualità e convenienza, nel rispetto dei fornitori e delle produzioni, soprattutto italiane che oggi contano per il 75% dell'assortimento. Così cambia l'insegna.
La giusta motivazione, il continuo impegno verso l’innovazione, l’efficientamento dei processi e verso il territorio, con un approccio responsabile e sostenibile, ci permettono di crescere, di valorizzare la produzione enogastronomica Italiana, di generare nuovi posti di lavoro, e garantire sempre di più un business etico e di successo -spiega l’amministratore delegato Nicola Pierdomenico-. Sono anni difficili per tutti eppure, tre anni fa, quanto ho messo per la prima volta i piedi in Penny ho percepito che se avessi puntato sulle
persone, sulle loro competenze e la loro passione, avremmo raggiunto traguardi allora impensabili”.

I risultati di Penny

La catena ha chiuso il 2021 con un fatturato di quasi 1,5 miliardi di euro con una rete di 404 punti di vendita (passati oggi con le nuove aperture a 410 store) e 4.350 dipendenti di cui oltre il 75% sono donne. Il gruppo Rewe ha investito nel nostro Paese 60 milioni di euro attraverso Penny Italia puntando su soluzioni sostenibili nel 90% dei negozi.
L'azienda ha inoltre dato vita ad acquisizioni strategiche, come raccontato in questo articolo, potenziando la propria presenza.

L'attenzione alla sostenibilità

Tra le tante attività messe in atto anche iniziative in termini di eco sostenibilità in coerenza con il percorso avviato denominato Viviamo sostenibile, impegno concreto di sostenibilità sociale e di rispetto dell’ambiente. All'interno degli store sono state attivate soluzioni come nel caso della collaborazione con Coripet per il riciclo della plastica, Banco Alimentare Too Good To Go per la lotta allo spreco, Croce Rossa e Fondazione Progetto Arca per il supporto a chi è in difficoltà.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome