Roberto Abate spa, beni sequestrati

Il Tribunale di Catania, sezione fallimentare, ha disposto il sequestro del patrimonio del gruppo Roberto Abate spa. Si tratta di un sequestro cautelativo. Sono stati inoltre nominati due custodi. Davide Foti, segretario generale Filcams Cgil, spiega: “Non si tratta di un commissariamento, di fatto però si cristallizza una vertenza di cui non conosciamo gli esiti. Tutte le operazioni che si svolgeranno da qui in avanti dovranno essere verificate dai custodi nominati”. Il Gruppo Abate (ex socio Selex) gestiva in Sicilia 77 punti di vendita  tra diretti ed affiliati con le insegne A&O, Famila, San’è, La Grande A e Ard Discount (quest’ultima gestita tramite la società consortile Sicilia Discounts di cui era componente) nelle province di Catania, Siracusa, Messina, Trapani, Caltanissetta ed Enna.

La decisione della sezione fallimentare getta un velo sulle acquisizioni già effettuate? Lo chiediamo a Foti che spiega: “Al momento non c’è alcun blocco – risponde - quindi la speranza è che si proceda con l’acquisizione dei punti di vendita rimasti. Per quanto riguarda Ergon non dovrebbero esserci problemi perché si tratta di un’acquisizione. Arena e Gruppo Rocchetta (insegna Paghi Poco) hanno invece affittato un ramo d’azienda. Stiamo dunque eseguendo verifiche legali".

Stando a quanto ci hanno comunicato i sindacalisti l’azienda Abate ha convocato le sigle sindacali per un incontro previsto per venerdì.

La preoccupazione congiunta dei sindacati riguarda i lavoratori. “La decisione di fatto cristallizza la vertenza per i 450 lavoratori catanesi, su cui  ricadranno conseguenze  importanti. – spiega Foti - Insieme alle altre sigle sindacali, stiamo richiedendo un incontro urgente al Prefetto di Catania e ai custodi nominati dal Tribunale; insieme ai lavoratori, abbiamo la necessità di capire che strada bisogna imboccare per il futuro dei dipendenti e come sarà possibile pagare gli stipendi fermi al dicembre 2018”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome