Sda Bocconi unica italiana nel ranking del Financial Times sulla business education

Servizi

Per il 15esimo anno il ranking del Financial Times sulla Executive Education mette in classifica una settantina di Business School e d'istituzioni certificate per la formazione dei manager e della governance aziendale.

Risultati Sda Bocconi
La Sda Bocconi è, anche quest'anno, l'unica scuola di management italiana presente nella classifica dei programmi executive del quotidiano inglese Financial Times. Si colloca al 18esimo posto al mondo e al 10° in Europa.
Nel corso del 2012 è migliorata la posizione della Bocconi (soprattutto nei programmi creati su misura per le aziende) risalendo diverse posizioni, è stata valutata dal Financial Times per una serie d'iniziative, relative a rinnovate metodologie didattiche, nel follow up dei partecipanti, nell'utilizzo futuro delle competenze acquisite e nel ritorno sull'investimento. Questo tipo di formazione -rivolta a manager nella fascia di età compresa tra i 30 e i 40 anni- è ritenuta molto importante dagli esperti di sviluppo e dagli economisti, in periodi di crisi economica. Permette alle imprese di concentrarsi sulla formazione interna, e attendere che si possano mettere in atto strategie di crescita in momenti più propizi.

Programmi open e customized

Quella di FT è una classifica combinata tra i programmi open oppure customized. La formazione offerta a catalogo detta open è scelta dalle aziende a seconda delle esigenze, dei settori, e di altre variabili; vede la composizione di classi miste, con manager provenienti da imprese ed esperienze lavorative diverse.
I programmi di formazione su commessa sono strutturati sulle esigenze delle singole imprese cliente. Il ranking dei corsi a catalogo tiene conto di oltre 30 parametri, in maggioranza derivanti dal giudizio dei partecipanti, altri dalla raccolta d'informazioni presso le scuole; i parametri considerati nella classifica dei corsi su commessa quali basati sul giudizio delle imprese clienti.

Le migliori scuole internazionali

Al livello mondiale l'americana Duke è in cima alla classifica dei programmi “customized” sulla Corporate Education per l'11° anno consecutivo. Hec Paris la segue molto da vicino arrivando al secondo posto e riduce fortemente il divario negli ultimi cinque anni. Imd, in Svizzera, ripete il successo dello scorso anno
nella classifica dei programmi Open, avendo ottenuto un importante
gradimento espresso nel miglior punteggio complessivo ottenuto dai
partecipanti.
Le vere testimonial del successo di questo tipo di formazione sono infatti le aziende. Al vertice della classifica vi sono scuole che hanno operato dei
cambiamenti, nelle metodologie, nel seguire dei casi aziendali molto da
vicino, sino a trovare soluzioni complete, tra queste: l'Insead, l'Università del Michigan, e Wharton University of Pennsylvania.

Tra i commenti al ranking pubblicati dal FT una multinazionale farmaceutica come Boehringer Ingelheim, afferma che nell'investire in formazione: "Si prende davvero a cuore l'esito del programma e si lavora su di esso sino a quando non abbiamo raggiunto tutti i nostri obiettivi."


Alternative agli Mba?


I dati delle scuole classificate fanno emergere un aumento della domanda di programmi a breve termine. Il numero di partecipanti ai corsi aperti è aumentato del 5% rispetto all'anno precedente, per i programmi personalizzati per le aziende l'aumentato è del 4%.
I programmi esecutive possono essere un'alternativa più economica ai master, e soprattutto agli Mba (master in business administration), anche se non strettamente comparabili. Eppure ritornando alle cifre pare che il numero di partecipanti che frequentano i corsi executive Open offerti dalle scuole di management del Regno Unito sia aumentato dell'11% nel 2012 rispetto all'anno precedente, mentre il numero dei diplomati Mba è sceso del 10%.
Le aziende, e persino le multinazionali provano a fare il più possibile con risorse ridotte.

Qui l'elenco delle Top 50 Schools 2013 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome