Sigma supporta i suoi soci nell’accesso al credito

Retail

Negli ultimi cinque anni la crisi  e il calo dei consumi hanno acuito le sofferenze delle imprese retail anche in ambito finanziario, complice la difficoltà di accesso al credito inaspritasi in seguito all'entrata in vigore dell'articolo 62 (decreto legge gennaio 2012) che ha introdotto per le imprese distributive l'obbligo di pagare i fornitori di prodotti alimentari entro 30/60 giorni dalla fine del mese di fatturazione. Sigma conosce bene i problemi della filiera produzione-distribuzione, della quale è da più di 50 anni una protagonista,
con i suoi 10 Cedi e oltre 2.000 punti di vendita distribuiti su tutto
il territorio nazionale.

La difficoltà nell'accesso al credito
Il protocollo d'intesa siglato con Cooperfidi, consorzio fidi promosso da Aci-Alleanza cooperative italiane (AGCI, Confcooperative e Lega Coop), specializzato nel rilascio di garanzie consortili su operazioni a breve, medio e lungo termine alle imprese associate e alla loro filiera produttiva, ha proprio l'obiettivo di agevolare l'accesso al credito delle imprese associate a Sigma per renderle più efficienti e quindi competitive.

Supporto alle imprese associate
Sigma promuove le garanzie e i servizi di Cooperfidi tra le imprese associate mentre Cooperfidi valuta le richieste di garanzia presentate da Sigma o dalle sue associate,  offre la propria consulenza e mette a punto specifici prodotti finanziari che possano soddisfare, insieme ai prodotti ordinari, le esigenze dei soci del gruppo bolognese.

“Nel promuovere questa iniziativa - ha affermato Davide Rossi (in foto), direttore generale Gruppo Sigma - ci affianchiamo alle imprese associate e ai loro fornitori che stanno vivendo un momento difficile, scommettendo ancora una volta sul futuro del sistema economico e distributivo del nostro Paese”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome