Starbucks apre un nuovo locale a Milano, in viale Francesco Restelli 5, al posto di una tavola calda, di fronte alla sede di Regione Lombardia. In pratica, debutta all'Isola, uno dei quartieri milanesi più caratteristici e vivaci soprattutto nell'offerta di ristorazione, che negli ultimi dieci anni si è riqualificato e gentrificato diventando uno dei punti di riferimento soprattutto nei locali di tendenza. È la prima nuova apertura a Milano di Starbucks dal lockdown.

Il nuovo locale sviluppa 154 mq al piano terra, dedicato alla clientela, +95 mq interrati relativo alla zona di preparazione, solo per lo staff. 

Il piano terra per la clientela (quello interrato è solo per lo staff) dispone 65 posti interni.

Il nuovo locale propone l’esperienza Starbucks a tutti gli abitanti del quartiere, turisti e lavoratori degli uffici della zona. Gli spazi manterranno la stessa atmosfera che contraddistingue gli altri punti di vendita del brand di Seattle. Un luogo dove trascorrere il tempo libero e/o quello lavorativo grazie alla connessione wi-fi gratuita, e dove scegliere fra l'ampia gamma di bevande a base di caffè e tè, accompagnati da un’offerta gastronomica adatta a qualsiasi momento della giornata.

Non mancheranno, in linea con lo stile delle ultime aperture, gli arredi in legno di rovere impreziositi da elementi in rame con decori dedicati alla botanica dei chicchi. Le tonalità cromatiche e l'abbondante presenza di piante richiamano i paesaggi esotici di origine del caffè.

Per quanto riguarda le nuove aperture, al momento quella di Serravalle è l’unica confermata. In questo momento l'azienda non conferma nessun’altra apertura entro l’anno. 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome