Banzai, una nuova sede sulla linea dell’innovazione

Non si tratta semplicemente di un cambio di sede. Per Banzai l’inaugurazione della propria nuova casa, nel centro storico di Milano, significa un ripensamento degli spazi e delle relazioni sia al proprio interno, sia nel contesto cittadino.

Per la sua nuova sede, Banzai ha scelto infatti via San Marco 29, un edificio completamente ristrutturato che si trova in un contesto di ideale contiguità con altri player che stanno perseguendo importanti percorsi di innovazione. Nella stessa zona si sono infatti trasferite Facebook, Google e nel mese di febbraio del prossimo anno arriverà anche Microsoft, che ha a sua volta scelto di spostarsi da Segrate alla nuova sede di Fondazione Feltrinelli.

Ma il ripensamento degli spazi guarda anche all’interno: i cinque piani nei quali la società conta di ospitare i migliori talenti dell’eCommerce italiano sono stati pensati come un continuum privo di barriere.
L’architetto Franz Siccardi, che ha ideato i nuovi spazi, ha voluto che non vi fossero soluzioni di continuità tra le aree di lavoro, quelle relax, quelle ricreative o di ristoro, con l’obiettivo di favorire quanto possibile l’interazione informale tra le persone.

Caratterizza la nuova sede un grande murale all’ingresso, realizzato da Francesco Poroli, che illustra la “via italiana all’eCommerce” e tutto sommato sintetizza il nuovo corso della società, che dopo aver ceduto le attività legate al mondo media a Mondadori, dopo aver annunciato la vendita di SaldiPrivati a Showroomprivé, oggi sembra fortemente intenzionata a focalizzarsi su ePrice.
Se il murale arricchisce l’ingresso, la verticalità dell’edificio viene caratterizata da un Led Wall che lo attarversa, riproponendo le immagini di Poroli.

Nella foto, il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, Paolo Ainio, presidente esecutivo di Banzai, e l'amministratore delegato Pietro Scott Jovane

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here