Carrefour nel terzo trimestre comincia a vedere qualche progresso

Retail

Sarà per effetto del nuovo spirito portato da George Plassat sarà per le decisioni del precedente Ceo Olofsson il fatto è che a livello mondo si vede un accenno di miglioramento dei conti di Carrefour.

Francia
In Francia, escluse le vendite di benzina le vendite sono  diminuite dell'1,1%, mentre a perimetro costante sono diminuite dell'1,5%. Compresa la benzina, Carrefour ha registrato un aumento dell'1,2%, grazie alla promozione della benzina lanciata in maggio negli ipermercati in maggio.

Il format Ipermercato è diminuito del 3,4% a 5,36 miliardi, anche se c'è stato un notevole avanzamento nelle vendite non alimentari. Il supermercato registra un aumento dell'1,1% a 3,43 miliardi di euro. Le vendite combinate degli altri formati in Francia sono salite del 3,8% a 1,19 miliardi grazie alle buone performance del modello di cash & carry.

Altre aree geografiche
L'America Latina continua ad essere motore di crescita di Carrefour, con vendite in aumento del 14% a tassi di cambio costanti e senza benzina. Il Brasile è aumentato del 12,4% a 3,10 miliardi.
Più contenuta la crescita in Asia con un aumento dell'1,1% a 2.27 miliardi, mentre a perimetro costante è diminuita del 3,1%. La Cina ha visto un ulteriore calo a perimetro costante a -6,1% (viste anche le vicissitudini che hanno toccato il marchio), anche se le vendite complessive sono aumentate leggermente a cambi costanti, a causa della continua espansione Carrefour nel mercato.

Sud Europa: Italia calo del 7,6%
La situazione resta difficile nel sud Europa, con vendite in Spagna e in Italia in calo del 4,7% a 2,32 miliardi e del 7,6% a 1,33 miliardi. Belgio invece in crescita anche a perimetro costante  in crescita del 2,1%. Polonia, Turchia e Romania crescono del 4,9% a 1,16 miliardi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome