Carta casa, funzionalità e design spingono il reparto

Consumi in diminuzione apparente a volume, valori che tengono grazie agli aumenti di prezzo derivanti dal premio che il mercato riconosce a funzionalità e innovazione. I dati salienti del mercato carta casa, elaborati da SymphonyIRI, evidenziano un giro d'affari per circa 290 milioni di euro, senza alcuna variazione nel giro di 12 mesi. Sfiorano invece i 403 milioni le unità vendute. Perché parliamo di calo apparente? Perché i volumi sono contati a unità e le bobine oggi sono più grandi. Il mercato si divide in rotoli di dimensioni standard (50 strappi), rotoloni e bobine, con oltre 500 strappi; queste ultime un tempo riservate all'utilizzo professionale sono entrate con discreto successo negli assortimenti continuativi nonostante i problemi di spazio che presentano. Per quanto riguarda i formati di più ridotta dimensione, le funzioni d'uso sono senz'altro l'aspetto privilegiato dalla clientela, che apprezza innovazioni come la carta con due trattamenti diversi a seconda del “verso”; da un lato puliscono, dall'altro asciugano. Soprattutto in fascia medio alta sta assumendo una maggiore importanza anche la funzione decorativa della carta, stampata in alta definizione.

Segue la rilevazione prezzi di Gdoweek

Per saperne di più leggi il pdf-white paper cliccando in alto

Allegati

/wp-content/uploads/sites/7/2014/10/402_16.pdf” target=”_blank”>Carta casa, funzionalità e design spingono il reparto
Mercato | Gdoweek | 4 aprile 2011 |

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome