Eataly apre a Firenze

Retail

Facile, sicuro e gustoso: questi i motivi per fare acquisti da Eataly, ormai presente anche a Firenze con un uno spazio di 2.000 mq, che si richiama al Rinascimento.

Situato in via de' Martelli, 22, a due passi da Piazza Duomo, all'altezza del Battistero di San Giovanni, Eataly propone la sua ormai classica formula basata sulla convivenza tra mercato alimentare, ristoranti, cultura e altro, con un forte legame con i prodotti del territorio.
Qui, in particolare, ampio spazio viene dedicato alla ricca selezione di prodotti toscani -oli extravergine di oliva, carne di razza Chianina, Finocchiona, prosciutto del casentino, mortadella di Prato, pane toscano, fagioli zolfini ecc…- presenti tanto nella zona mercato quanto tra le opzioni dei ristoranti.

Frutta e verdura sono frutto di una partnership con l'Azienda Agricola Radici, che si trova sul versante Valdarnese del Pratomagno ed è specializzata in coltivazione di varietà locali, con un'esperienza pluriennale nella produzione biologica di ortaggi e frutta della tradizione toscana.

Ristoranti a tema

All'interno di Eataly Firenze si trovano 8 ristoranti tematici: tra il Gran Bar Illy, la Gelateria Alpina Lait e la Pasticceria di Luca Montersino e il Ristorante gourmet DaVinci, al primo piano, che aprirà a gennaio nelle sale affrescate del palazzo dove si esprimerà il talento del giovane chef Enrico Panero che interpreterà la cucina toscana dando risalto alla qualità delle materie prime. Non mancano altri riferimenti alle tradizioni locali come l'angolo Zuppe di Burde e il ristorante del lampredotto di Luca Cai che propone non solo il noto panino ma anche il lampredotto in zimino, la trippa alla fiorentina, lo stracotto di guancia e molto altro.

Cultura non solo del cibo

Non solo il cibo è al centro dell'attenzione: da Eataly Firenze, è sviluppato uno spazio libri, gestito -come già avvenuto a Bologna, Roma e Bari- da Librerie.coop. Si segna così una continuità tra il passato e il presente, visto che l'edificio fino al 2010 hanno ospitato l'ex Libreria Marzocco -fondata nel 1840, nota per avere pubblicato la prima edizione delle Avventure di Pinocchio di Carlo Collodi- i cui dipendenti sono stati assorbiti nell'organico di Eataly.

Ma la cultura viene declinata anche in altro modo: con la collaborazione di Antonio Scurati, scrittore e professore universitario, all'interno di questo Eataly è stato allestito un percorso museale dedicato al Rinascimento, costruito con un itinerario audiovisivo diviso in 22 tappe in italiano e in inglese, che attraversando luoghi e figure storiche permetterà un cammino culturale dalle origini alla fine del Rinascimento, scoprendo aneddoti che hanno contribuito all'affermazione di uno dei più significativi periodi artistici e culturali in Italia e non solo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here